Il ministro Schillaci rimuove Magrini dall’Aifa, non sarà più il direttore generale

Nicola Magrini, Direttore Generale AIFA.

Nicola Magrini non sarà più il direttore generale dell’Aifa. Il ministro Orazio Schillaci avrebbe deciso di applicare lo spoil system, facendo arrivare una lettera al medico specializzato in farmacologia clinica per comunicargli che arriverà a scadenza il 23 gennaio prossimo per la gestione ordinaria. Al suo posto verrà scelto un nuovo direttore che traghetterà l’Agenzia italiana del farmaco fino a quando la riforma recentemente approvata non sarà pienamente operativa. Magrini era stato nominato direttore generale il 2 marzo 2020.

Nei giorni scorsi Magrini aveva ribadito l’importanza della vaccinazione: “Siamo uno dei paesi più vaccinati al mondo, e con i vaccini migliori. Ma non dobbiamo sederci sugli allori. Non si vive di rendita e la campagna deve essere proseguita”. Fra le persone a rischio per ragioni anagrafiche, a fare la quarta dose è stato il 43% con più di 80 anni, il 30% della fascia fra i 70 e i 79 e meno del 19% della fascia 60-69. “Decisamente non abbastanza per chi è a rischio” evidenziava Magrini.

Chi è Nicola Magrini

Magrini è un medico specializzato in farmacologia clinica. Ha iniziato la sua carriera come ricercatore all’università di Bologna, e nel 1999 ha fondato il Centro per la valutazione dell’efficacia dell’assistenza sanitaria, che ha diretto fino al 2012. Ha fondato il Centro Cochrane italiano ed è stato direttore del Centro collaborativo dell’Oms per la sintesi dell’evidenze e lo sviluppo delle linee guida dal 2008 al 2014. Da quell’anno ha coordinato il Comitato di esperti che redige la lista dei farmaci essenziali dell’Organizzazione mondiale della sanità riferito all’anno 2015. È stato inoltre membro del Comitato Etico dell’Oms per la ricerca clinica.