Russia tra le prime 10 economie mondiali malgrado le sanzioni

Nonostante gli effetti della guerra in Ucraina e delle sanzioni imposte dall’Occidente, stando ai dati del Fondo monetario internazionale (Fmi) nel 2022 la Russia è entrata tra le prime dieci economie del mondo, scavalcando Italia, Brasile e Corea del Sud, per prodotto interno lordo (Pil) ai prezzi attuali. Una scalata legata, in particolare, al rafforzamento del valore del rublo e all’aumento dei prezzi delle materie prime di cui la Russia è produttrice. Nel suo ultimo aggiornamento di ottobre, l’Fmi attestava all’economia russa una contrazione reale di 3,4 punti percentuali nell’anno che volge al termine. Legato ai prezzi attuali, tuttavia, il Pil è invece cresciuto arrivando a 2.130 miliardi di dollari, al nono posto nella graduatoria mondiale.

La classifica vede anche l’India (3.470 miliardi di dollari) entrare per la prima volta nelle prime cinque posizioni scavalcando il Regno Unito, e l’Iran, altro produttore d’idrocarburi, insediare la top 10 con 1.970 miliardi di dollari, poco sotto l’Italia (decima) a 2 mila miliardi di dollari. La graduatoria è guidata naturalmente dagli Stati Uniti con oltre 25 mila miliardi di dollari, seguiti a stretto giro dalla Cina (18.320). Ben distanziati il Giappone (4.300) e la Germania, poco sopra i 4 mila miliardi di dollari.