Eduardo De Crescenzo, “Marechiare”: in anteprima il brano simbolo del nuovo progetto dedicato al canzoniere di Napoli.

Il brano anticipa l’uscita, prevista per il 26 maggio, dell’album contenuto nel cofanetto in uscita per La nave di Teseo (in collaborazione di Betty Wrong Edizioni Musicali di Elisabetta Sgarbi), che racchiude un CD e un LIBRO dedicati al canzoniere napoletano:  “Avvenne a Napoli passione per voce e piano”: un progetto che Eduardo De Crescenzo dedica alle sue radici musicali e alla sua città. Uno speciale cofanetto. Per la prima volta è stato fatto un lavoro di riscoperta e restauro delle poche registrazioni e dei testi sopravvissuti delle principali canzoni del periodo tra il 1800 e il 1900. Un importante lavoro dunque filologico, linguistico, sociologico e storico. La canzone, scritta nel 1885 da Salvatore Di Giacomo su musiche di Francesco Paolo Tosti, narra di una finestra con panorama mozzafiato a “Marechiare”, piccolo borgo nel quartiere di Posillipo a Napoli. Si tratta di una finestra senza particolari meriti architettonici che diventerà famosa in tutto il mondo solo grazie a questo brano. Nel libro, “Storie del Canzoniere napoletano”, Federico Vacalebre racconta che Salvatore Di Giacomo scrisse questo brano senza mai essere stato in quel luogo che invece, nel tempo, si adeguerà all’immaginario del poeta fino a diventare rinomata meta turistica. Nel videoclip Michele Bernardi disegna Eduardo e Julian che si aggirano nelle strade di Napoli alla ricerca di questa famosa finestra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.