Carta identità elettronica, a Roma il 9 aprile secondo open day. Come prenotarsi

Nove i municipi coinvolti, oltre ai tre chioschi nel centro di Roma. Stavolta però occorre prenotarsi

Sabato 9 aprile ci sarà un nuovo open day per richiedere e ottenere la carta d’identità elettronica. Una scelta dell’amministrazione che punta a incrementare le opportunità di rilascio CIE e a ridurre i tempi di attesa che arrivano fino a 3 mesi. 

Dove richiedere la carta d’identità il 9 aprile

Aperture straordinarie nei municipi quindi. Coinvolti gli sportelli anagrafici dei municipi II, IV, VII, VIII, XI, XII, XIII e XIV. Aperti anche i tre chioschi di piazza Santa Maria Maggiore, piazza Sonnino e piazza delle Cinque Lune, aperti anche la domenica mattina. In totale, nei due giorni, saranno aperte 49 postazioni rivolte al pubblico.

  • Municipio II: le sedi di via Dire Daua 11, via Catania 70 (Mercato), via Goito 35 saranno aperte sabato 9 aprile dalle 8.30 alle 14
  • Municipio IV: la sede di via Rivisondoli 2 sarà aperta sabato 9 aprile dalle 8.30 alle 16.30
  • Municipio VII: la sede di piazza di Cinecittà 11 sarà aperta sabato 9 aprile dalle 8.30 alle 16.30
  • Municipio VIII: la sede di via Benedetto Croce 50 sarà aperta sabato 9 aprile dalle 8.30 alle 15.30
  • Municipio XI: la sede di via Portuense 579 sarà aperta sabato 9 aprile dalle 8.30 alle 15.30. Oltre alla partecipazione al click day, nello stesso giorno saranno svolte operazioni di recupero delle file pregresse
  • Municipio XII: la sede di via Fabiola 14 sarà aperta sabato 9 aprile dalle 8.30 alle 13.30.
  • Municipio XIII: la sede di via Aurelia 470 sarà aperta sabato 9 aprile dalle 8.30 alle 12.30. Dalle 12.30 alle 16.30 le postazioni saranno attive per il recupero delle file pregresse
  • Municipio XIV la sede di S. Maria della Pietà 5 – Padiglione 29 sarà aperta sabato 9 aprile dalle 9.00 alle 16.00
  • Giorni e orari apertura dei chiosci ex Pit: piazza Santa Maria Maggiore, piazza Sonnino e piazza delle Cinque Lune: sabato 8.30-16.30, domenica 8.30-12.30

Come prenotarsi

Come detto rispetto alla scorsa volta sarà necessario prenotarsi. L’amministrazione capitolina ha previsto un sistema online di prenotazione nella giornata di venerdì 8 aprile: dalle ore 9 fino all’esaurimento delle disponibilità si potrà quindi prenotare la richiesta di carta di identità direttamente sul sistema di prenotazione Agenda Cie (https://www.prenotazionicie.interno.gov.it/).

Tutti i cittadini che otterranno il ticket di prenotazione avranno quindi garantita la sicurezza di effettuare la richiesta di rilascio della Cie nelle due giornate del prossimo fine settimana, recandosi nello sportello prescelto. Per espletare la richiesta bisognerà presentarsi muniti di fototessera, di una carta di pagamento elettronico e del vecchio documento.

Il Campidoglio informa che “tutti i municipi sono pienamente coinvolti nella più ampia azione di rafforzamento. Infatti, la campagna di Roma Capitale per ridurre i tempi di attesa della Cie proseguirà in modo costante nei prossimi mesi. Si arriverà a una programmazione di date sempre più ampia, sia attraverso l’estensione delle giornate ordinarie di apertura che tramite nuovi e frequenti Open Day nei fine settimana. L’obiettivo è quello di rendere sempre più strutturale l’incremento delle possibilità di accesso e la riduzione dei tempi”.

Le dichiarazioni dell’assessore

L’assessore Andrea Catarci spiega che “questa settimana per gli Open Day Cie abbiamo introdotto la prenotazione anticipata: proseguiamo la nostra azione per rafforzare le opportunità rivolte ai cittadini per il rilascio della Cie e, vista la grandissima domanda riscontrata la scorsa settimana, aggiungiamo strumenti per un’efficace regolamentazione degli afflussi. Alcuni Municipi, pur non partecipando all’iniziativa di sabato, garantiranno un servizio di recupero dedicato alle persone che non sono riuscite a richiedere la Cie nel precedente open day del 2 aprile. Queste iniziative straordinarie verranno ripetute e messe a sistema per ridurre ulteriormente i tempi medi di attesa che, già nell’ordinario, sono scesi a 80 giorni medi dai 116 del dicembre 2021. Proseguiremo con un’azione diffusa in modo capillare su tutto il territorio, per rendere sempre più strutturale la riduzione dei tempi e l’estensione delle possibilità di accesso al servizio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.