PayPal confisca denaro a chi è contro il mainstream?

Incredibile quanto accaduto negli Stati Uniti

PayPal l’8 ottobre ha inviato un aggiornamento ai suoi termini di utilizzo, o politica di utilizzo accettabile (AUP). Includeva un’aggiunta scioccante. Si è riservato il diritto di confiscare $ 2.500 dagli account delle persone se diffondono “disinformazione”. Era un chiaro annuncio di ciò che molti già sospettavano: PayPal si è arruolato nella guerra dell’informazione.

Ciò avviene settimane dopo che PayPal bloccato diversi account importanti nel Regno Unito, tra cui l’account personale di Toby Young, la Free Speech Union e il DailySceptic. Questi sono luoghi estremamente importanti per il mondo di lingua inglese nel contrastare la narrativa della propaganda COVID. Non è stato un caso che siano stati presi di mira.

Dopo le proteste globali e la copertura delle notizie da fonti alternative, PayPal ha ceduto e ripristinato i loro account senza spiegazioni.

Allo stesso modo, le proteste in tutto il mondo si sono riversate sulla nuova politica di PayPal. Twitter si è riempito di annunci di persone che stavano cancellando i loro account.

Il giorno seguente, PayPal ha fatto marcia indietro, sostenendo che il divieto di “disinformazione” era solo un errore.

“Un avviso AUP è recentemente uscito per errore che includeva informazioni errate”, ha detto un portavoce a The Epoch Times. “PayPal non sta multando le persone per disinformazione e questo linguaggio non è mai stato pensato per essere inserito nella nostra politica”.

In altre parole, PayPal affermato che la sua politica sulla disinformazione era essa stessa disinformazione!

È molto probabile che le proteste degli utent– e una grande svendita di PayPal azioni – abbinoa fatto la differenza cruciale. Molte persone hanno applaudito, ma in realtà questo è estremamente inquietante. Non possiamo vivere in un mondo in cui i nostri diritti essenziali, la privacy e le libertà sono sempre in bilico e dipendono dalle proteste basate su Twitter per farle riconoscere.

Inoltre, sicuramente PayPal non si aspetta che qualcuno sul pianeta creda davvero all’affermazione che si è trattato di un “errore”. Non c’è proprio modo. Tutti sanno che qualcosa di giuridicamente e istituzionalmente critico come la politica di utilizzo accettabile dovrebbe passare attraverso molti livelli di burocrazia e avvocati di conformità, in particolare evidenziando i cambiamenti.

Questo cambiamento è stato così ovviamente approvato ai massimi livelli. Era destinato a rimanere, e PayPal aveva tutte le intenzioni di preparare il modo di confiscare i fondi alle persone in base alle loro lealtà e opinioni politiche.

Anche il Washington Post ha riportato la storia: “PayPal sta affrontando un contraccolpo dopo aver proposto regole che gli avrebbero permesso di multare gli utenti di $ 2.500 per aver promosso la disinformazione, che il servizio di pagamento online ha da allora definito un errore.

Durante il fine settimana, diversi organi di stampa conservatori hanno riferito che la società tecnologica ha aggiornato i suoi termini di accordo, in base ai quali PayPal possa imporre multe agli utenti per violazioni, per includere “l’invio, la pubblicazione o la pubblicazione di messaggi, contenuti o materiali” che “promuovono la disinformazione”.

L’ex presidente di PayPal, David Marcus, ha scritto su Twitter: “È difficile per me criticare apertamente un’azienda che amavo e a cui ho dato così tanto. Ma il nuovo AUP di @PayPal va contro tutto ciò in cui credo. Una società privata ora può decidere di prendere i tuoi soldi se dici qualcosa con cui non sono d’accordo. Follia”.

A Elon Musk è piaciuto il tweet.

Poi Brendon Carr, ex commissario della Federal Communications Commission, ha pesato: “Orwelliano. PayPal si riserva il diritto di prendere i tuoi soldi se pubblichi un messaggio che PayPal decide essere “disinformazione”. Questo è il motivo per cui è così vitale che le legislature statali e federali approvino leggi che proibiscano la discriminazione da parte delle aziende tecnologiche e proteggano la libertà di parola”.

Ormai sappiamo esattamente cosa intendono le aziende Big Tech per “disinformazione”. Significano informazioni che smentiscono le priorità del regime. È iniziato con COVID e si è esteso ai vaccini. Ora include il cambiamento climatico. In effetti, ogni piccola opining o prova che sembra andare contro l’agenda prevalente della Fondazione Gates, dell’amministrazione Biden o del World Economic Forum viene sistematicamente deprecata dalle Big Tech. Questo vale per Google, Facebook, Twitter, Amazon e ora PayPal.

La guerra alla libertà di informazione si sta intensificando di giorno in giorno. Questa piccola vittoria su PayPal è dolce, ma tutti sanno che è una concessione temporanea. A loro non piacevano i cattivi messaggi di pubbliche relazioni. Dal rilascio della politica, la società ha probabilmente registrato un numero record di cancellazioni di account. Hanno cambiato la politica per fermare l’emorragia.

In questo senso, abbiamo visto cosa funziona. Per lo meno, queste persone devono obbedire ai segnali del mercato perché hanno una base di clienti e devono affrontare le esigenze di base della contabilità. Non solo devono soddisfare gli interessi del governo, ma anche il pubblico nella misura in cui dipendono ancora da utenti volenterosi.

Tuttavia, la traiettoria qui è molto chiara. È il passo più spaventoso nella continua ascesa della tirannia nel mondo di oggi che la tua stessa capacità di spostare denaro o addirittura di guadagnare un reddito sarà ufficialmente dichiarata come subordinata alle opinioni che esprimi.

È un dispotismo di livello superiore che non è ancora avvenuto in modo sistematico negli Stati Uniti. In Cina, questo è diventato istituzionalizzato. L’anno scorso ci ha mostrato molti esempi di come il Partito Comunista Cinese utilizza le app digitali per attivare o disattivare la capacità delle persone di parlare, associarsi, viaggiare e spostare denaro. La conformità è tutto.

In una certa misura in Canada, questo sta già accadendo, poiché il governo ha bloccato i conti bancari dei camionisti che protestavano e di coloro che li hanno sostenuti con donazioni.

Quanto importa che PayPal abbia invertito la rotta? Non è del tutto chiaro. Hanno mostrato la loro mano e hanno rivelato un piano molto più profondo e spaventoso che si riferisce all’intenzione dell’amministrazione Biden di creare una nuova valuta digitale della banca centrale. Questo sarà denaro programmabile, che consentirebbe a un’élite dominante di tagliare i tuoi mezzi per vivere se lo desiderano.

È tutto troppo tragico. PayPal è stato istituito inizialmente come mezzo per ottenere l’indipendenza finanziaria dalle banche controllate dal governo. Sperava persino di diventare una forma indipendente di denaro. Tutti questi anni dopo, è stato catturato da interessi che hanno l’ambizione opposta. In verità, molte persone là fuori applaudono la prospettiva.

Ecco quanto è diventata intensa la guerra politica in questo paese. Discutevamo. Parlavamo. Ci siamo goduti la libertà che era garantita da una repubblica costituzionale. Oggi, molti gruppi di interesse – molti dei quali associati, per ora, principalmente alla sinistra – non vogliono più giocare a quel gioco. Vogliono che tu sia depiattaformato, cancellato e persino lasciato privo della tua capacità di guadagnarti da vivere o nutrire la tua famiglia.

È una nuova era di brutalismo e le tecnologie che avrebbero dovuto impedirlo vengono ora implementate per introdurlo e consolidarlo.