La famiglia di una 17enne morta durante l’estate dice che è morta per improvvisi problemi cardiaci.

Sean Casten (D-Ill.) e sua moglie hanno detto in una dichiarazione che Gwen Casten è morta a giugno per un’improvvisa aritmia cardiaca.

“In parole povere, stava bene, e poi il suo cuore si è fermato”, hanno detto i genitori in lutto. “Non sappiamo cosa abbia causato l’aritmia, e probabilmente non lo faremo mai”.

Secondo la National Liberty of medicine, l’aritmia è un battito cardiaco irregolare. Può riferirsi a un cuore che batte troppo velocemente, troppo lentamente o con uno schema altrimenti irregolare.

Gwen è morta il 13 giugno, ha annunciato la sua famiglia. All’epoca, dissero che non avrebbero discusso i dettagli della morte.

Secondo i resoconti dei media, Gwen è morta nella casa della famiglia poco prima delle 7 del mattino.

Nell’aggiornamento, i Castens hanno detto che l’adolescente è morto dopo aver trascorso del tempo con gli amici.

“Era appena tornata a casa da una serata con gli amici, era andata a letto e non si era svegliata”, hanno detto.

I genitori hanno detto che Gwen era un’adolescente sana.

“Ha mangiato bene, si è esercitata, ha fatto controlli regolari, non ha sofferto di problemi di salute comportamentale e ha avuto stretti rapporti con familiari e amici”, hanno detto, aggiungendo di aver ricevuto un vaccino COVID-19. Era anche risultata positiva al COVID-19 in più occasioni, ma non aveva avuto sintomi.

“Abbiamo il cuore spezzato, ma non siamo unici”, hanno detto i Castens. “L’improvvisa insufficienza cardiaca inspiegabile tra le persone giovani e sane è rara ma reale. Siamo lasciati aggrappati alla parte sbagliata del caso casuale”.

Casten, 50 anni, rappresenta il 6° distretto congressuale dell’Illinois. È in carica dal 2019. Ha sposato sua moglie, Kara, nel 2000. Hanno un’altra figlia, Audrey.

La famiglia ha incoraggiato le persone ad “abbracciare le persone che ami”, “essere presenti nelle loro vite” e “diffondere il tuo amore un po ‘più lontano”, aggiungendo: “Perché alla fine, è tutto ciò che rimane”.

Secondo la Cleveland Clinic, la malattia coronarica causa la maggior parte delle morti cardiache improvvise. Nelle persone più giovani, dice la clinica, i difetti cardiaci congeniti o le anomalie genetiche sono più spesso la causa.

Durante la pandemia di COVID-19, molti paesi, compresi gli Stati Uniti, hanno registrato salti nei decessi in eccesso o il numero di decessi che ci si aspetterebbe in tempi normali.

Alcuni esperti hanno suggerito che l’aumento deriva almeno in parte da COVID-19, mentre altri hanno indicato i vaccini COVID-19 come causa.

Altre potenziali cause includono droghe, alcol e omicidio.