Palosco, si sente male mentre parla con i genitori, Mirko muore in casa a 20 anni: “Era un dono”

Tragedia nel pomeriggio di ieri, domenica 16 gennaio, a Palosco, in provincia di Bergamo. Mirko Volpi, ventenne della zona, è stato colto da un malore mentre parlava con i suoi genitori.

Tragedia nel pomeriggio di ieri, domenica 16 gennaio, a Palosco, in provincia di Bergamo. Mirko Volpi, ventenne della zona, è stato colto da un malore mentre parlava con i suoi genitori. Il ragazzo si è accasciato improvvisamente perdendo i sensi. Inutili gli sforzi del 118 per rianimarlo, Mirko è stato dichiarato deceduto poco dopo l’arrivo dei soccorritori.

Muore a vent’anni mentre parla con i genitori, tragedia a Palosco

Secondo quanto riportato dalle testate locali di Bergamo, il giovane si trovava in casa con i propri genitori e il fratello quando avrebbe accusato un malore di natura cardiaca, perdendo i sensi. Madre e padre hanno subito allertato il 118 regionale che ha inviato sul posto un’ambulanza e un’automedica in codice rosso. Purtroppo non c’è stato nulla da fare. Conosciuto in paese per la sua passione per il calcio, Mirko è stato salutato e commemorato su Facebook da amici e parenti oltre che dall’Asd Palosco, società calcistica dell’oratorio, dove il ragazzo aveva allenato i pulcini: “Perdiamo oggi un ragazzo straordinario. Ciao Mirko…”, si legge.

Proclamato il lutto cittadino nel giorno dei funerali

Il direttore tecnico della società Fabio Gibellini ha invece salutato il ventenne con queste parole: “Ragazzi come lui sono un dono. Un giovane umile e generoso”. Come segno di solidarietà, vicinanza e partecipazione al dolore, il Comune di Palosco ha indetto per domani, martedì 18 gennaio, il lutto cittadino. Domani si svolgeranno inoltre i funerali del ragazzo, programmate per le 14.30 nella parrocchia del paese. Durante le esequie, i negozi e le attività commerciali sono invitate dall’Amministrazione ad abbassare le serrande.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.