La Federcalcio russa fa ricorso al TAS contro l’esclusione dai play-off mondiali

Il calcio russo non ci sta e risponde alle decisioni prese nei giorni scorsi da FIFA e UEFA. Con una nota diffusa sul proprio sito web la Federcalcio russa ha infatti annunciato che presenterà ufficialmente ricorso al TAS – Tribunale Arbitrale dell Sport – contro l’espulsione della nazionale dalla Coppa del Mondo 2022 e da ogni competizione internazionale. La rappresentativa di Stanislav Čerčesov avrebbe dovuto infatti affrontare la Polonia a fine marzo negli spareggi per il Qatar, prima di essere invece estromessa a causa dello scoppio della guerra in ucraina.

«Nell’ambito di un’unica causa contro due organizzazioni – si legge nel comunicato – la RFU chiederà il ripristino di tutte le squadre nazionali maschili e femminili della Russia in tutti i tipi di tornei calcistici a cui hanno preso parte, nonché il risarcimento del danno, se presente».

«Al fine di garantire la possibilità della partecipazione delle squadre russe alle prossime partite in programma, la RFU insisterà su una procedura accelerata per l’esame del caso. Se la FIFA e la UEFA rifiuteranno tale procedura, verrà presentato un requisito per l’introduzione di misure provvisorie sotto forma di sospensione delle decisioni di FIFA e UEFA, nonché delle competizioni a cui avrebbero dovuto partecipare le squadre russe»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.