Jeff Beck morto per una meningite batterica: addio al leggendario chitarrista rock, aveva 78 anni

Il mitico chitarrista Jeff Beck è morto a causa di una meningite, era considerato uno dei migliori interpreti dello strumento della storia del rock.

Jeff Beck, uno dei più grandi chitarristi rock di tutti i tempi, è morto all’età di 78 anni. Il musicista è deceduto martedì 10 gennaio a causa di una forma letale di meningite batterica. La notizia è stata data dal canale ufficiale Twitter di Jeff Beck. “La sua famiglia chiede privacy mentre elabora questa tremenda perdita”, si legge nella nota diffusa dallo staff del chitarrista. Secondo la rivista Rolling Stone è il quinto miglior chitarrista di tutti i tempi.

IL POST DI CARLO VERDONE.

La carriera di Jeff Beck

Inserito nella Rock and Roll Hall of Fame, Jeff Beck è considerato uno dei più grandi innovatori del panorama rock e tra i più grandi chitarristi di tutti i tempi. Nato nel 1944 a Wallington, Sud di Londra, ha cominciato a suonare la chitarra da adolescente

Inizia a suonare con gli Screaming Lord Sutch e poi rimpiazza Eric Clapton quanto quest’ultimo lascia gli Yardbirds. Rimane nella band meno di due anni e condivide il ruolo di chitarra solista con Jimmy Page, futuro chitarrista dei Led Zeppelin. Con il gruppo incide l’album Roger the Engineer.

L’ultimo album inciso insieme a Johnny Depp

Nel 1968 lascia gli Yardbirds e fonda il Jeff Beck Group con Rod Stewart alla voce e Ron Wood (futuro membro dei Rolling Stones) al basso dando alle stampe due pietre miliari del rock come Truth e Beck-Ola.

Con l’addio di Rod Stewart e Ron Wood la band prende una direzione diversa, anticipando l’arrivo della musica fusion. Dopo l’album solista del 1975 Jeff Beck incide in modo sporadico.

L’ultimo suo lavoro in studio risale allo scorso: è l’album di cover 18, inciso in collaborazione con Johnny Depp.

Da Mick Jagger a David Gilmour, l’addio delle rockstar a Beck

Tante le rockstar a rendere omaggio a Jeff Beck.

Mick Jagger, leader dei Rolling Stones, ha scritto sui social: “Con la morte di Jeff Beck abbiamo perso un uomo meraviglioso e uno dei più grandi chitarristi del mondo. Ci mancherà tanto”.

Dello stesso avviso il compagno di band, Ronnie Wood, che ha scritto di sentirsi “come se uno della mia band di fratelli avesse lasciato questo mondo, e mi mancherà molto”.

Il chitarrista dei Pink Floyd, David Gilmour, ha twittato: “Sono devastato nel sentire la notizia della morte del mio amico ed eroe Jeff Beck, la cui musica ha entusiasmato e ispirato me e innumerevoli altri per così tanti anni”.

Ozzy Osbourne ha twittato: “Non posso esprimere quanto sono rattristato nel sentire della morte di Jeff Beck. Che terribile perdita per la sua famiglia, i suoi amici e i suoi numerosi fan. È stato un tale onore aver conosciuto, Jeff, e un incredibile onore averlo fatto suonare nel mio album più recente, ‘Patient Number 9’. Lunga vita a Jeff Beck”.

Gene Simmons, dei Kiss, ha definito la notizia “straziante”, aggiungendo che “nessuno suonava la chitarra come Jeff. Per favore, procuratevi i primi due album del Jeff Beck Group e ammiratene la grandezza. Riposa in pace”.