Energia, Berlusconi: “Governo verso decreto chiesto da me” | Di Maio: “L’esecutivo interverrà in maniera incisiva” | Salvini: “Se il prezzo non scende razionare luce e gas” Letta: il pericolo è che l’Italia finisca “fuori dal cuore dell’Europa” e “a fianco di Polonia e Ungheria”

Silvio Berlusconi, intervenendo al telefono alla presentazione dei candidati di Forza Italia in Lombardia, dichiara sul tema del costo dell’energia: “Ho chiesto per primo al governo di intervenire e ho notizia che si stia predisponendo un decreto”. Per il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, “il governo interverrà in maniera incisiva”. Il leader leghista Salvini parla di operazione verità e afferma: se prezzo non scende bisognerà razionare luce e gas”.
Dal governo arriverà “un massiccio intervento sulle bollette per mitigare le conseguenze del prezzo del gas”. Così il ministro degli Esteri e leader di Impegno civico, Luigi Di Maio, durante una conferenza stampa a Montecitorio. Quanto al razionamento dell’energia evocato dal leader della Lega, Matteo Salvini, “noi speriamo di scongiurarlo sia come governo che come forza politica, ma Salvini doveva pensarci prima”, aggiunge Di Maio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.