6 gennaio Commissione che molesta gli obiettivi, impegnata in una “spedizione di pesca”

Former lawyer of former President Donald Trump, John Eastman, appears on screen during the fourth hearing by the House Select Committee to Investigate the January 6th Attack on the US Capitol in the Cannon House Office Building on June 21, 2022 in Washington, DC. (Photo by MANDEL NGAN / AFP) (Photo by MANDEL NGAN/AFP via Getty Images)

Mentre la commissione della Camera del 6 gennaio si dirige verso la sua audizione pubblica finale, gli avvocati stanno criticando il panel per essersi impegnato in obiettivi eccessivi e molesti attraverso onerose richieste di produzione di documenti.

I commenti sono stati fatti mentre il comitato è attualmente bloccato in una battaglia con l’ex avvocato elettorale del presidente Donald Trump John Eastman sulla produzione di 576 e-mail citate in giudizio dal panel. Il comitato in un deposito del 3 ottobre davanti a un tribunale distrettuale federale ha sostenuto che Eastman stava trattenendo impropriamente i documenti, con il pretesto del privilegio avvocato-cliente e del privilegio del prodotto di lavoro dell’avvocato.

Eastman, 62 anni, ha contribuito a preparare i documenti legali per Trump che hanno contestato i risultati delle elezioni presidenziali del 2020 in diversi stati. Il comitato ha sostenuto, in parte, che i documenti erano un tentativo di rovesciare il governo.

Gli avvocati di Eastman, in risposta, hanno accusato il comitato di aver tentato di minare il rapporto avvocato-cliente.

I suoi avvocati hanno inoltre affermato che la corte si è già pronunciata sulla questione e ha riscontrato nella stragrande maggioranza dei casi per l’affermazione di Eastman che il privilegio avvocato-cliente impediva a Eastman di divulgare i documenti al comitato.

“Il giudice Carter ha trovato i registri dei privilegi del Dr. Eastman perfettamente adeguati per respingere la maggior parte dei tentativi del Comitato del 6 gennaio di sovvertire il privilegio avvocato-cliente”, hanno detto gli avvocati di Eastman di Burnham & Gorokhov nella dichiarazione.

Come prova dei presunti tentativi di Eastman di proteggere impropriamente i documenti dagli investigatori, il comitato del 6 gennaio ha pubblicato un’e-mail tra gli avvocati elettorali di Trump in cui scherzavano su Trump.

Uno degli autori dell’e-mail, l’ex avvocato di Trump Bruce Marks, ha accusato il comitato di aver rilasciato lo scambio nel tentativo di mettere in imbarazzo gli avvocati di Trump.

“Al momento delle e-mail del 30 e 31 dicembre 2020, il professor Eastman, Ken Chesebro e io stavamo rappresentando il presidente Trump nel contenzioso contro una petizione della Corte Suprema degli Stati Uniti presentata il 23 dicembre”, ha detto Marks a Politico. “Queste e-mail facevano parte di uno scambio privilegiato. Indipendentemente dal fatto che specifiche e-mail ironiche fossero protette dal privilegio avvocato-cliente, erano chiaramente protette dai diritti del Primo Emendamento di associazione politica e libertà di parola.

‘Spedizione di pesca’ 

Un avvocato che ha difeso una mezza dozzina di persone che sono state accusate a seguito di azioni al Campidoglio il 6 gennaio. ha applaudito Eastman e i suoi avvocati per aver respinto.

“L’infinita speculazione del Comitato non supera il privilegio della procura-cliente”, ha detto l’avvocato Joseph McBride a Epoch Times in una e-mail. McBride ha la reputazione di criticare ferocemente il governo per la sua detenzione e il perseguimento di persone in merito agli eventi del 6 gennaio.

“Più persone hanno bisogno di resistere a questi psicopatici comunisti. Io, per esempio, sono contento che John Eastman lo stia facendo”, ha aggiunto.

Un altro avvocato che sta facendo causa al governo per il sequestro delle cautele sui tabulati telefonici ha detto che la disputa tra Eastman e il comitato era solo una piccola parte degli eccessi del panel.

“Penso che [gli avvocati di Eastman] stessero fondamentalmente cercando di mostrare alla corte che quella era una rivendicazione di privilegio avvocato-cliente che si applicava a quell’e-mail. Ma i problemi più grandi nel Comitato del 6 gennaio sono che stanno esagerando”, ha detto a Epoch Times Paul Kamenar, un avvocato del National Legal and Policy Center (NLPC), un gruppo di controllo conservatore.

L’NLPC sta facendo causa al comitato ristretto per i tabulati telefonici di un organizzatore di proteste del 6 gennaio che il panel ha richiesto nella loro indagine.

“Non stanno rispettando quel privilegio avvocato-cliente e il privilegio del prodotto di lavoro. E anche così, alcune di queste sono comunicazioni protette dal primo emendamento che abbiamo “, ha detto Kamenar.

Per Kamenar, il comitato ha superato la sua autorità.

“Penso che a questo punto, sia solo una questione di una spedizione di pesca e molestie, per come la vedo io, e non c’è più bisogno di altre e-mail da altre persone”, ha detto a proposito della continua indagine del panel, aggiungendo che non ci sono nuovi fatti scoperti dal comitato.

McBride ha detto che la continuazione del comitato viene utilizzata solo per danneggiare i cosiddetti repubblicani MAGA, senza indagare realmente su ciò che è accaduto.

“Il comitato sta, senza dubbio, sopprimendo le prove a discarico. Sta anche modificando selettivamente i video per offrire una narrazione al pubblico che caricatura tutti i repubblicani MAGA alla luce dell’estremismo interno “, ha detto McBride, osservando che gli stessi membri del Congresso hanno dato un passaggio a Hillary Clinton quando ha “distrutto 33.000 e-mail” che ha impropriamente tenuto su un server di posta elettronica privato quando era segretario di stato.

Riforme elettorali

Secondo Kamenar, la disputa sulle rivendicazioni dei privilegi sta oscurando uno scopo ovvio delle audizioni della commissione del 6 gennaio, che è quello di rendere tossico opporsi alle riforme legislative proposte che renderebbero più difficile decertificare i risultati presidenziali.

“Questo è lo scopo del comitato: la deputata Liz Cheney ha un disegno di legge che riformerebbe l’Electoral Count Act, che è anche co-sponsorizzato dalla deputata Zoe Lofgren”, ha detto Kamenar.

A settembre, la Camera ha approvato il Presidential Electoral Reform Act, introdotto dai membri del Comitato del 6 gennaio Cheney (R-Wyo.) e Lofgren (D-Calif.), che apporta una serie di modifiche all’Electoral Count Act del 1887. Questi includono rendere il ruolo del vicepresidente nella certificazione elettorale cerimoniale e aumentare il numero di legislatori necessari per sostenere un’obiezione alla lista elettorale segnalata di uno stato.

Una questione di politica

Kamenar ritiene che la commissione abbia precedentemente rinviato le audizioni a causa dell’uragano Ian non per simpatia per le vittime, ma perché le reti erano impegnate a coprire l’uragano e non avrebbero dato alle audizioni la massima fatturazione.

“Vogliono assicurarsi di essere in prima serata e ottenere la massima copertura televisiva. Quindi è chiaro che è una questione di politica lì. Inoltre, il Comitato sta cercando di essere assistente procuratore del Dipartimento di Giustizia per l’indagine penale” sul 6 gennaio, ha detto Kamenar.

Nel frattempo, McBride ha sostenuto che la corsa al giudizio del comitato sul rilascio selettivo di informazioni non reggerebbe in un vero tribunale.

“Il Comitato del 6 gennaio non è diverso da un consiglio di puritani del 17 ° secolo che cercano di bruciare le streghe a Salem”, ha detto McBride.

“Il Comitato non sta cercando la verità: invece, cerca di identificare, perseguire e bruciare sul rogo, chiunque osi mettere in discussione l’azione del regime di Biden”, ha aggiunto.