Veneto: al via lo screening neonatale per la SMA, già previsto un ulteriore allargamento del panel.

Entro metà febbraio le ASL di Padova e Verona sono chiamate a presentare alla Regione un progetto congiunto di esecuzione di screening neonatale allargato per le malattie metaboliche ereditarie

razionale, che copra tutta la popolazione del bacino di screening regionale.

“Quelli di Padova e Verona – spiega il prof. Burlina – sono i due centri regionali già attivi per lo screening neonatale ma non lo applicano allo stesso panel di patologie. Ora la Regione, che siamo lieti si sia persuasa dell’importanza di attivare sempre nuovi progetti pilota per l’allargamento del panel, senza attendere una normativa nazionale, ci chiama entro metà febbraio a produrre una pianificazione per l’allargamento dell’elenco delle malattie metaboliche inserite nello Screening Neonatale Esteso. A seguire sarà la Regione stessa a diffondere maggiori informazioni sullo svolgimento pratico degli screening”.

“La sfida per i decisori politici e gli amministratori sanitari veneti, – spiega ancora Anna Maria Marzenta –sarà, quindi, concertare con pragmatismo un nuovo progetto congiunto che consegni alla cittadinanza e al futuro un servizio fondamentale di sanità preventiva per la SMA e per le Malattie Metaboliche Ereditarie. Personale, adeguamento strutturale, logistica e i tempi di attivazione sono alcuni aspetti. Confidiamo che la Direzione Programmazione Sanitaria sarà in grado di valutare con tempismo ed efficacia le esigenze tecniche ed operative che dovessero rendersi necessarie per attuare l’uso della strumentazione per lo screening neonatale della SMA donata dalla nostra associazione, così come l’ottimizzazione del comparto dello screening neonatale già operativo. Vi è la necessità di agire presto, per salvare nuovi nati grazie alle terapie che ci sono oggi, tanto efficaci quanto prima vengono avviate. Noi veglieremo – conclude la presidente di Cometa ASMME – affinché siano rispettate le scadenze menzionate dalla DGR, e offriremo proattivamente il nostro supporto alle istituzioni per facilitare l’avvio dello screening. Lo Screening Neonatale della SMA, in senso più ampio, costituisce oggi uno stendardo di quelle che auspichiamo siano le future politiche di screening neonatale anche a livello nazionale ed è essenziale venga avviato in tempi brevissimi”.