Sono iniziate le trattative nella regione di Gomel

Sarebbero ancora in corso le trattative tra Russia e Ucraina. La delegazione russa comprende rappresentanti dell’amministrazione del Presidente, del Ministero della Difesa e del Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa, nonché della Duma di Stato. Il capo delegazione – Assistente del presidente Vladimir Putin.

Durante un colloquio telefonico con Macron, oltre a garantire che residenti e infrastrutture civili verranno per quanto possibile esclusi dai bombardamenti, Putin ha anche “dettato” le condizioni russe per il cessate il fuoco. E questo mentre, in teoria, i suoi delegati sono in Bielorussia per trattare con la controparte ucraina. Come fa sapere l’agenzia russa Ria Novosti, secondo Putin un accordo sull’Ucraina sarebbe possibile solo se si tiene conto “incondizionatamente” degli interessi russi. “Vladimir Putin ha sottolineato che un tale accordo è possibile solo tenendo conto incondizionatamente dei legittimi interessi di sicurezza della Russia, compreso il riconoscimento della sovranità russa sulla Crimea, la smilitarizzazione e de-nazificazione dello Stato ucraino e garantendone lo status neutrale”, si legge in una nota del Cremlino.

Il rappresentante permanente della Russia all’Onu, Vasily Nebenzya, ha fatto abnche sapere che la “linea rossa” per il Cremlino è l’adesione dell’Ucraina alla Nato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.