C’è qualcosa di misterioso vicino al centro della Terra, ed è più grande del previsto

Sono due strutture, una sotto il continente africano e l’altra sotto l’Oceano Pacifico.

C’è qualcosa sotto il continente africano e sotto l’Oceano Pacifico, tra i 500 e i 2500 chilometri, nelle profondità della crosta terrestre. Due oggetti che potrebbero influenzare sia i cambiamenti in corso nel mantello che i cambiamenti negli strati centrali più profondi del pianeta.

Sono stati scoperti da Qian Yuan e Mingming Li della School of Earth and Space Exploration alla Arizona State University. Le hanno definite come due strutture simili a dei blob o “anomalie sismiche”.

Il nome tecnico è “Low-Shear-Velocity Provinces” (LLSVPs), oggetti che possono durare fino a tre miliardi di anni. Si pensa che siano fatti di “mucchi termochimici” di materiale ricco di ferro. È anche noto che gli LLSVP influenzano l’attività vulcanica e altre attività termiche sulla crosta.

Per quello che ne sappiamo ora i due blob sono ad altezze diverse e questo potrebbe dipendere da una densità differente tra i due. Sappiamo anche che hanno storie evolutive diverse e che quello africano è probabilmente legato alle intense attività vulcaniche del continente.

Ora la domanda principale è scoprire la loro origine e capire in che modo influenzeranno la nostra vita quassù.This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *