“Accendi la Felicità”, il brand di Antonella Lombardi per guidarci lungo il percorso del benessere

Il prossimo corso è in programma a Roma il 27 e 28 maggio

La Felicità è una cosa seria! Ed è sempre stata studiata fin da Aristippo e Aristotele, tuttavia mai come in questo tempo urge la necessità di considerarla sia a livello individuale, sociale e governativo.  Incontriamo Antonella Lombardi, imprenditrice e consigliere di Confcommercio terziario Donna Roma, il cui brand “Accendi la Felicità” è in forte espansione.

“ La Felicità si impara e si esercita proprio come fa un atleta per la sua crescita sportiva. Le innumerevoli ricerche scientifiche svolte sulla persona, dalle neuroscienze alla neurobiologia, alla psicologia positiva, hanno indicato che conoscere se stessi e gestire i propri stati d’animo sono le basi per una vita di benessere e successi”.

L’Assemblea Nazionale delle Nazioni Unite il 28 Febbraio 2012 ha stabilito che il 20 Marzo di ogni hanno venga celebrata la “Giornata Internazionale della Felicità” ed ogni 20 Marzo l’ONU pubblica il World Happiness Report (scaricabile da https://worldhappiness.report/ed/2023/).

La Felicità è quindi diventata oggetto di studio delle singole nazioni?

“L’ONU ha accolto la richiesta del Buthan che fin dagli anni ’70 ha sostituito come parametro di valutazione del benessere nazionale e della crescita e sviluppo del paese il PIL, Prodotto Interno Lordo, con il FIL, che indica la Felicità Interna Lorda. La Felicità è dunque diventata negli ultimi trent’anni oggetto di studio da parte dei più affermati Economisti, considerata  una «nuova scienza», e nel 2016 è nato il World Happiness Summit, un evento in cui si incontrano i massimi esperti mondiali di Felicità”.

Quest’anno il World Happiness Summit si è tenuto dal 23 al 25 Marzo a Como ed hanno partecipato oltre 45 speaker tra cui il Dr. Tal Ben-Shahar, Lord Richard Layard che ha lanciato e sottoscritto il “Manifesto della Felicità” (https://worldhappinesssummit.com/como-wellbeing-manifesto-copy/ per firmare il manifesto), la Ph.D. Laurie Santos della Yale University, Alberto Nobis CEO di DHL Express Europe e molti altri con oltre 860 partecipanti provenienti da tutto il mondo. 

“Sonja Lyubomirsky ha svolto una meta-analisi su oltre 1600 casi per concludere che la Felicità dipende in grande parte dai nostri comportamenti. Infatti sostiene che per il 50% il benessere dipende dal patrimonio genetico ereditato, per il 10% dagli eventi che la vita ci propone e per il 40% dai nostri comportamenti. I modi di agire e di pensare determinano in gran misura il nostro “stare bene” sia emotivamente, psicologicamente e fisicamente.  Scegliendo quindi stili di agire e di pensare virtuosi, in grado cioè di sviluppare la chimica positiva, cioè endorfine, ossitocina, gava ed altri ormoni della felicità e dell’amore, possiamo vivere stati di benessere. Ecco perché si parla di trasformazione positiva e di capacità di apprendere ed allenare la Felicità”. 

La Felicità quindi si apprende e dobbiamo esercitarla soprattutto in questo periodo storico in cui viviamo l’incertezza di una società in continuo cambiamento sia nelle situazioni sia nei valori e un periodo in cui riceviamo continuamente e quasi esclusivamente notizie negative che ci sottopongono a continui stati  di allerta ed ansia.

“Il benessere va ricercato nel nostro equilibrio interiore, con cura e intenzionalità, nutrendo la nostra mente ogni giorno. Per essere pratici e dare un avvio a ciò che diciamo, consiglio di iniziare osservando la qualità dei propri pensieri, cercando di ridurre o eliminare le lamentazioni, i giudizi sugli altri e soprattutto su sé stessi. Per ottenere questo provate a riconoscere quando vi lamentate, fermatevi e spostate il pensiero su qualcosa di bello che avete vissuto o che vi piace. Provate a trasformare i pensieri negativi in pensieri positivi o generativi. Per farlo ci vuole un po’ di voglia di stare bene”.

La ricerca della Felicità è quindi un metodo applicabile nella nostra vita quotidiana? Come è possibile realizzarla attraverso il suo progetto?

“Accendi la Felicità insegna un metodo per allenare ed esercitare la felicità.  Non solo, Accendi la Felicità aiuta le organizzazioni, le imprese a fare della Felicità una strategia aziendale che crea produttività, engagement e fatturato.  Esistono ormai molte realtà  anche in Italia in cui gli imprenditori hanno scelto di portare i principi della Scienza della Felicità nelle loro realtà ottenendo risultati di crescita inimmaginabili. E questo perché il benessere va realizzato anche nei posti di lavoro. Nei luoghi in cui le persone trascorrono i ¾ delle proprie giornate devono sentire di realizzarsi e poter esprimere il loro più alto potenziale percependo di far parte di un organismo produttivo. C’è un’ampia letteratura ed esperienze sugli effetti positivi della Scienza della Felicità negli ambienti di lavoro e soprattutto ciò che è ancora più interessante è che la Felicità si realizza a piccoli passi. La Felicità è quindi per tutti, individui e organizzazioni!”

La Felicità è quindi un percorso su cui si può essere guidati grazie alle capacità e studi di  Antonella Lombardi, sul cui sito web www.accendilafelicita.com è possibile trovare informazioni sulle attività in programma. Il suo prossimo corso sarà a Roma il 27 e 28 maggio in via Adolfo Ravà, 106.

Per informazioni ed iscrizioni scrivere a:

info@accendilafelicita.com oppure accendilafelicita@gmail.com