Danza contemporanea, riparte “InSincronia”: due spettacoli a Piacenza

Riparte la rassegna di danza contemporanea InSincronia, arrivata alla 9^ edizione, organizzata da Piacenza Kultur Dom con il sostegno economico della Fondazione di Piacenza e Vigevano. In questa edizione il progetto è diventato partner della rete di danza contemporanea regionale E’Bal – palcoscenici per la danza contemporanea sostenuta da ATER Fondazione.

E’BAL – palcoscenici per la danza contemporanea è un progetto di rete regionale che si sviluppa in Emilia Romagna con l’obiettivo di costituire una rete per la valorizzazione e la diffusione della danza contemporanea e per promuovere la formazione del pubblico. Nata in Romagna nel 2018 – da qui il nome E’Bal, che in dialetto significa il ballo – la rete è la prima e l’unica del suo genere a livello nazionale, sostenuta da ATER Fondazione e condivisa con Associazione Danza Urbana, Associazione Liberty/Stagione Agorà, Cantieri Danza, Comune di Rimini, Cronopios – Teatro Petrella e Casa della Cultura Italo Calvino, Istituti Culturali della Repubblica di San Marino, L’arboreto – Teatro Dimora di Mondaino, Masque Teatro, PKD – Piacenza Kultur Dom, Riccione Teatro, Santarcangelo dei Teatri, Sillaba Soc. Coop. (Villa Torlonia Teatro), Teatro del Drago – Teatro Comunale di Gambettola. ATER Fondazione, oltre a essere l’ente capofila, partecipa al progetto con due Teatri del Circuito multidisciplinare regionale, il Teatro Laura Betti di Casalecchio di Reno e il Salone Snaporaz di Cattolica.

Insincronia 2023 – L’edizione del 2023, coordinata dalle direttrici artistiche Claudia Passaro e Ottavia Marenghi, è composta da due spettacoli di danza contemporanea: il 28 gennaio in scena Kinesis Contemporary D Company con Hu_Or_Me Animal Farm e Fa_Atama, il 25 marzo Natiscalzi DT con lo spettacolo Mary’s Bath.

InSincronia Danza Contemporanea – Rassegna di danza contemporanea organizzata da Piacenza Kultur Dom con la direzione artistica di Claudia Passaro della Compagnia Incongruo Rapportarsi e Ottavia Marenghi della scuola di danza Petit Pas. La rassegna nasce nella stagione 2013-2014, all’interno della programmazione del Teatro Trieste 34 di Piacenza, con la finalità principale di offrire alla città di Piacenza la possibilità di avvicinarsi al mondo della danza contemporanea offrendo la visione di spettacoli di danza contemporanea al di fuori del tradizionale cartellone del Teatro Municipale. Pensando ad una programmazione di opere di compagnie professionali cercando di realizzare una rassegna giovane, innovativa e che permetta a maggior pubblico possibile di avvicinarsi al mondo della danza contemporanea.

Nel corso delle precedenti edizioni di InSincronia sono stati ospitati 25 spettacoli di danza contemporanea, realizzati 16 workshop con le compagnie in cartellone, 6 rappresentazioni brevi realizzati dagli allievi giovani delle scuole di danza locale, 5 edizioni del Galà InSincronia, festa della danza che coinvolgeva le scuole di danza della città e della provincia di Piacenza con i propri allievi. “Nelle varie edizioni dal 2013 al 2022, il progetto di InSincronia non è mai stato vissuto con l’idea di programmare e mettere in scena uno o più spettacoli, ma è stato un progetto di crescita, nel lungo periodo, di un pubblico di giovani appassionati interessati alla danza contemporanea – evidenziano i promotori -. Abbiamo coinvolto, nei vari anni, le scuole di danza cittadine proponendo, all’interno delle loro strutture, gli stage delle compagnie in cartellone per i loro allievi e allieve, abbiamo realizzato un progetto di messa in scena da parte di allievi di corti di danza di loro creazione, nel pre-spettacolo serale, oltre a organizzare e realizzare il Galà inSincronia, la festa della danza, dove ogni scuola di danza locale ha partecipato portando i propri allievi sul palcoscenico a danzare”.