Formula EVia alla seconda edizione del Roma E Prix, sabato 13 Aprile 2019. Il Gran Premio di Formula E si correrà nel circuito dell’Eur. Accesso gratuito agli spazi, per cittadini e residenti, numerose attività e possibilità di percorrere la pista con i propri mezzi eco-sostenibili. Previste restrizioni alla viabilità.

Arriva la seconda edizione del Roma – E Prix, il Gran Premio di Fromula E a Roma. Settima tappa dopo l’Arabia Saudita, il Marocco, il Cile, il Messico e i due circuiti della Cina, la Formula E, debuttato cinque anni fa, nel 2014, nel Parco olimpico di Pechino.

Il Roma – E Prix 2019, il Gran premio di Formula E nella sua tappa romana, si correrà sabato 13 Aprile, nel quartiere Eur, come l’anno scorso, percorrendo lo stesso tracciato, lungo 2,847 km, comprendente 21 curve, con partenza da via Cristoforo Colombo e arrivo in Piazza J.F. Kennedy, davanti al Palazzo dei Congressi.

Diverse le novità di quest’anno per tutti i cittadini e per i residenti all’interno del circuito.
L’Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi, Daniele Frongia spiega che: “il tema della sostenibilità è certamente al primo posto, nel forte connubio tra sport e innovazione e quest’anno sono previste numerose attività gratuite, non solo sportive, fruibili da tutti i cittadini”.

L’ accesso gratuito, all’area dell’evento già da venerdì 12 aprile, dalle ore 12, per permettere a tutti i cittadini di partecipare alle diverse attività tra cui le prove libere, lo shake down, le numerose attrazioni degli spazi dell’ E-Village. Sempre nella giornata di venerdì 12, il pubblico potrà anche godere della musica dal vivo e delle degustazioni che sono state predisposte presso il “Food Court” ed effettuare giri in pista con il proprio mezzo eco-sostenibile. “Un’ulteriore novità di quest’anno – ha riferito Alejando Agag, fondatore e Ceo della Formula E – è la possibilità per tutti i cittadini di accedere al circuito ed effettuare giri di pista con il proprio mezzo di trasporto eco-sostenibile, come monopattini e biciclette elettriche, per partecipare alla E Parade prevista per venerdì 12″.

residenti all’interno del circuito dell’Eur, avranno una settimana di prelazione per ottenere l’accesso gratuito all’evento della giornata di sabato 13. Chi ne beneficerà “avrà accesso ad un’area prato dedicata, dalla quale sarà possibile assistere alla gara grazie ai maxischermi presenti”.

Torino incontra il Mondo: tutti gli eventi

Un giro del mondo sotto la Mole, l’occasione per visitare tanti paesi del globo e immergersi nelle culture di ognuno tra cibo, tradizioni, culture: è Torino Incontra il mondo, in partenza tra i padiglioni di Lingotto Fiere, Torino, nel weekend del 15-16-17 e 22-23 e 24 marzo.

Un evento internazionale, un giro del mondo all’insegna dell’allegria, della musica, dell’enogastronomia, delle tradizioni, delle eccellenze di alcuni dei paesi più affascinanti al mondo, un viaggio itinerante tra cultura, arte, tradizioni folklore, musica e sapori.

Nei 73.000 metri quadrati di Torino incontra il Mondo ci sarà il Festival dell’Oriente, tra mostre fotografiche, bazar, stand commerciali, gastronomia tipica, cerimonie tradizionali, spettacoli folklorisitici, medicine naturali, concerti, danze e arti marziali. India, Cina, Giappone, Thailandia, Corea del Sud, Indonesia, Vietnam, Mongolia, Nepal, Rajasthan, Sri Lanka, Tibet… Insieme al Festival dell’Oriente saranno anche un focus su religioni e spiritualità e uno su Salute e benessere da Oriente a Occidente, una fiera dedicata alla salute e al benessere, ai trattamenti per il corpo e la mente, ai massaggi, alla cosmesi, alle erbe, alle tisane, al biologico, alle discipline bio-naturali, alle terapie alternative, allo yoga, al tai chi chuan e molto altro.

Non potrebbe dunque mancare il festival delle arti marziali: disciplina, energia, concentrazione, agilità, potenza e la nobile tradizione dei guerrieri orientali tra spettacolari esibizioni, imperdibili stage e stand settoriali di prodotti ed accessori. Numerosi maestri e atleti si alterneranno sul palco e nelle aree tatami per proporre al pubblico performance e seminari di Aikido, Karate, Ju Jitsu, Tai Chi Chuan e tutte le arti marziali Orientali, senza dimenticare le discipline sviluppate in Occidente.

Tornerà poi il Festival Country, insieme ad altri festival di area americana tra cui American Motor Show, That’s America, ma anche il Festival dei nativi americani e America Motor village. Il mondo celtico non mancherà con il Festival Irlandese, il Festival Scozzese e il Festival celtico. Novità, il mondo ispanico, con il Festival dell’America latina, ma anche il Festival Spagnolo e il Salsodromo, o il tango argentino.

Religioni e spiritualità porteranno a Lingotto l’Holi festival, appuntamento tipico della tradizione spirituale e religiosa induista, dedicato ai colori ed all’amore, che solitamente si celebra in primavera in quanto stagione considerata “della ritorno alla vita”. Danze, giochi, risate, canti ed entusiasmo sono la colonna portante di ogni cerimonia Holi, tanto in Oriente quanto in Occidente.

Ancora, palloncini luminosi, artisti e cibo di strada, passando per il sushi, ma anche Cupido Festival, Giochi dal mondo, Campionario di Primavera, Expomagia tra conferenze, eventi e un fitto programma in continua evoluzione. Novità dell’edizione 2019, il Festival del vento, nuovo format che si estende in una delle aree esterne del Lingotto Fiere e che sarà interamente dedicato a tutte le attività ed evoluzioni che si possono realizzare in volo e nell’aria, attraverso esposizioni e mostre di velivoli, alianti, aerei, mongolfiere, aquiloni, modellini aerei, droni e molto altro.

Il programma è ricco: si passerà dalle tipicità orientali come il Taiko e Koto giapponesi, strumenti tipici accompagnati dai tamburi, alla danza dei leoni e alle danze coreane, passando per il folklore indiano, la cerimonia del tè cinese, i balli thailandesi. E ancora, danze mongole, calligrafia cinese e vestizione del kimono, teatro vietnamita, costruzione del mandala, danza del drago e origami.

Nel modo country non mancheranno dj set e coreografie, il villaggio del vecchio west e quello del nativi, giochi per cowboys, il toro meccanico e il lazo, ma anche la fattoria didattica e gli artigiani del cuoio e del legno con il maniscalco.

Go Kart, guida sportiva, minimoto e tanto altro nel raduno di auto americane, e sempre dal mondo oltreoceano non mancheranno wrestling, mostre di auto, barber shop, fashion show e sport tra cui basket e baseball. In Irlanda non potrebbero mancare musiche tipiche e poi il lancio del ferro di cavallo e il tiro alla fune con il tipico villaggio celtico.  Cucina e danze coloreranno infine il mondo dell’America latina tra salse e capoeira, gusto e ritmo.

Torino Incontra il Mondo ha diversi orari di apertura. Il Festival dell’Oriente sarà infatti aperto dalle 10.30 alle 22.30, mentre tutti gli altri festival rispetteranno il seguente orario: venerdì 14.00-01.00; sabato 11.00-01.00; domenica 11.00-24-00.

Il biglietto intero giornaliero unico valido per l’ingresso a tutti gli eventi presenti costa 13 euro, il ridotto (bambini dai 5 ai 10 anni compiuti e accompagnatori disabili al 100%) 8 euro; omaggio per bambini fino a 5 anni e disabili al 100% con certificazione. I biglietti si acquistano alle casse agli ingressi. Si può pagare in contanti e con carte. Il biglietto vale per un solo ingresso, per motivi SIAE una volta entrati non è possibile uscire e rientrare col medesimo. L’ingresso ai cani è consentito con guinzaglio.

L’ADDIO ALLA MAGLIA AZZURRA DI RAFFAELLA MASCIADRI

Raffaella Masciadri, capitana e simbolo della Nazionale di basket femminile e del movimento, dopo 17 anni e 192 presenze lascia la maglia azzurra con la quale ha giocato cinque europei e vinto un oro ai Giochi del Mediterraneo a Pescara nel 2009. Ma prima ha voluto esprimere le sue emozioni ed il suo ringraziamento con una commovente lettera.
“CARA MAGLIA AZZURRA, GRAZIE. GRAZIE INFINITE — Per tutto ciò che mi hai permesso di vivere. Per tutto ciò che mi hai insegnato. Per tutto ciò che mi hai trasmesso. Per tutte le volte che mi hai fatto battere il cuore. Per tutte le volte che mi hai fatto sorridere, esultare, piangere, emozionare. Per tutte le volte che mi hai fatto superare i miei limiti. Per tutte le volte che mi hai incoraggiata ad andare avanti. Per tutte le volte che mi hai fatto urlare di gioia. Per tutte le persone che mi hai fatto conoscere, per tutti i paesi che mi hai fatto visitare, per tutte le lingue che mi hai fatto ascoltare e per tutti i cieli sui quali mi hai fatto volare. Per tutti i tifosi che, con il loro calore, affetto e stima, mi hanno sempre sostenuta. Per tutte le avversarie che mi hai insegnato a rispettare. Per tutti gli allenatori, preparatori, medici, dirigenti che mi hai fatto incontrare e per tutto ciò che loro mi hanno insegnato. Si sono presi cura di noi due, come fossimo una sola persona. Per tutte le mie compagne con cui mi hai fatto condividere momenti indelebili, indimenticabili e infinitamente belli, dentro e fuori dal campo. Spero di essere stata per loro quello che loro sono state per me. GRAZIE. GRAZIE DI CUORE. Per avermi reso la persona, la giocatrice e la donna che sono ora. Sei stata la mia seconda pelle. Lo sarai sempre. E, anche se ora non avrò più il privilegio di indossarti in campo, stai pur certa che lo faro’ ad ogni possibile occasione. Quando l’Inno di Mameli suonerà e il tricolore sventolerà nel cielo, quella scossa che si chiama Amore pervaderà il mio corpo. Proprio come quando, nel 2001, ti ho sentita sulla mia pelle per la prima volta. E, ovviamente, e’ stato amore al primo contatto, come tu fossi una carezza. Sei stata il privilegio più bello, emozionante e incredibile che potessi desiderare. Il sogno di me bambina divenuto realtà. L’ amore più sincero, perché tu non tradisci mai. E di questo te ne sarò sempre grata. GRAZIE. GRAZIE GRAZIE GRAZIE. Ho il cuore che rischia di scoppiarmi. Mentre ti scrivo queste righe, lacrime incontrollabili continuano a scendere. Ma sono lacrime di gioia. Perché, ripensando a quello che ci siamo date, alla forza con cui ci siamo vissute e alla bellezza che abbiamo creato, posso solo incorniciarti e continuare a guardarti, consapevole di aver vissuto con te tutti i momenti che c’erano da vivere. Ti lascio alle mie compagne: prenditi cura di tutte coloro che ti indosseranno da ora in avanti e rendile persone speciali come hai fatto con me. Io non andrò via, saro’ qui a guardarti e fare il tifo per TE.
TUA PER SEMPRE, MASCIA #11″

ALLA SERBIA I MONDIALI DEL VOLLEY FEMMINILE, L’ITALIA SFIORA L’IMPRESA!

L’Italia ha perso per 3 a 2 la finale dei Mondiali femminili di pallavolo contro la Serbia, dopo una partita combattuta arrivata fino al quinto set. La Serbia, l’unica Nazionale ad aver battuto l’Italia in questi Mondiali – già nelle Final Six, prima della finale – è sembrata superiore e più in controllo, ma l’Italia ha disputato un Mondiale sopra le aspettative e con ogni probabilità esprimendo al massimo il suo potenziale. Per L’Italia era la seconda finale in un Mondiale femminile, dopo quella vinta nel 2002 contro gli Stati Uniti.

Il primo set è stato vinto per 25-21 dall’Italia, che ha iniziato molto bene la partita. Poi però la Serbia ha preso il controllo della gara e ha dominato il secondo set, vincendolo per 25 a 14. Nel terzo, l’Italia è tornata a essere molto concentrata, mantenendo il vantaggio per la maggior parte del tempo: dopo alcuni errori, però, la Serbia è tornata sopra, portandosi fino al punteggio di 20-18. Nel finale, l’Italia ha infilato una serie di gran giocate finché un punto di Paola Egonu ha chiuso il set sul punteggio di 25-23.

Nel quarto set, l’Italia è stata quasi sempre in svantaggio, arrivato fino a cinque punti sul 18 a 13 per la Serbia. Nel finale la Nazionale ha accorciato le distanze portandosi sul 19 a 22, ma alla fine la Serbia aveva chiuso sul 25-19. Nel tie-break le due squadre si sono combattute punto a punto, ma dopo alcuni rocamboleschi scambi nel finale la Serbia è riuscita a staccare l’Italia vincendo per 15 a 12.

“SLAM, SPLASH AND GOAL FOR SMILES” AL CIRCOLO TENNIS BELLE ARTI DI ROMA

Domenica 21 ottobre al Circolo Tennis Belle Arti si svolgerà la seconda edizione di Slam Splash and Goal for Smiles, una giornata di sport e divertimento a favore di Operation Smile Italia Onlus.

Bambini, ragazzi e adulti potranno scegliere tra le diverse attività sportive offerte dal Circolo: tennis, calcio, nuoto/giochi in acqua, atletica e pentathlon moderno.

TORNEO DI CALCETTO dai 5 ai 12 anni: le squadre, divise per categorie e composte da 6 partecipanti ciascuna, si sfideranno in gironi all’italiana.

TORNEO DI TENNIS dagli under 8 fino agli over 18, che comprende anche gli adulti (6/99 anni). Torneo a squadre che si sfidano in un girone all’italiana con punteggio svedese

GIOCHI SENZA FRONTIERE nella piscina riscaldata e coperta per bambini e ragazzi dai 7 ai 13 anni. Le squadre saranno miste da 4/6 persone e i partecipanti si sfideranno in una serie di divertenti prove acquatiche all’insegna del divertimento (non sono gare di nuoto)

Ci saranno inoltre altre attività che comprendono LABORATORI CREATIVI , ANIMAZIONE per i più piccoli, prove di tiro con il laser (pentathlon moderno) e schema per tutte le età e tanto più…

Il ristorante PRONTO sarà lieto di proporre il tradizionale BRUNCH domenicale organizzando due turni durante i quali si potranno gustare i migliori sapori della cucina meridionale.

È richiesta una donazione di:
– 25 euro per gli atleti (pasto atleta incluso),
– 10 euro per coloro che parteciperanno al secondo sport,
– 10 euro per area gioco dei più piccoli,
– 15 euro per il buffet.

È possibile iscriversi direttamente al Circolo Tennis Belle Arti (063226529-3386958241) o sul sito della Fondazione Operation Smile https://operationsmile.it/eventi/slam-splash-goal-for-smiles/

Il ricavato della giornata sarà devoluto alla prossima missione in Malawi dove saranno operati tanti bambini ai quali potremo donare un sorriso e finalmente una vita normale.

 

Basket B Donne. Bonafede, Barbieri e Rubinetti boom boom e Aprilia crolla col San Raffaele.

Al via il campionato di serie B femminile con l’Open Day a Colle La Salle nella palestra dell’Elite Roma. E prima sorpresa con la sconfitta del Santa Marinella ad opera di Smit Roma 46-52. Nelle altre sfide la Stella Azzurra Roma Nord supera la Pallacanestro Roma 60-47, mentre Frascati ha la meglio sulle Bull Basket 50-56.

Nell’ultima gara della giornata big-match tra il favorito San Raffaele Roma e l’outsider di lusso Virtus Aprilia. Nei primi ‘15 di gioco il San Raffaele appare contratto in attacco e lascia troppi spazi in fase difensiva ad un Aprilia preciso dalla media distanza che ne approfitta per l’allungo. Poi l’ingresso di Sara Rubinetti regala verve e punti importanti alle gialloblù in un momento decisivo quando Aprilia sembra dilagare, una scatenata Monica Bonafede (9 punti e 11 rimbalzi nello score) prende per mano la squadra e il San Raffaele opera il sorpasso. Coach Russo indovina tutti i cambi e punta sul pressing alto in apertura del terzo parziale, Aprilia va in tilt e resta in gioco solo grazie ai troppi errori delle romane nell’impostazione del gioco, Bonafede commette il quarto fallo grazie anche ad un dubbio arbitraggio e Aprilia rivede la luce. A questo punto la grinta di Panariti e di Marchetti, malgrado qualche errore di troppo dalla lunetta, e la precisione sotto le plance di una scatenata Barbieri mandano in Paradiso le romane, mentre Aprilia nel finale sbanda vistosamente e regala i primi due punti. Ancora molto da rivedere nel San Raffaele, con errori incredibili nei momenti topici ed un gioco da rodare, le singole però fanno la differenza, Bonafede leader le prende tutte e detta legge sotto i tabelloni. Bene Aprilia per ’20 poi cede e mostra le sue pecche difensive.

Stella Azzurra RM Nord 60 – Pallacanestro Roma 47
Stella Azzurra RM Nord: Ragnetti 9, Speziali, Nikolikj 25, Innocenzi 12, Rotatori, S. Giordano, Varini 3, Caccamo 1, Angelini 10, Panu ne, Franconi ne. Coach: Chimenti.
Pallacanestro Roma: Rosati 2, Barbieri, Loreti 15, Necci 4, Sestito 10, Cerciello 1, Picciafuochi, Cerani 3, Furone 7, Guastafierro, Negri 4. Coach: Lumia.

S.Marinella 46 – Smit Roma Centro 52
S.Marinella: Del Vecchio 18, Miranda Ramos 18, Gallassi 5, Maggi 2, Quaicoe 2, Cardinali 1, Moretti, Mancinelli, Bettini, Mercolini, Salomone. Coach: Precetti.
Smit Roma Centro: SMIT: Magrini S. 1, Donatone 9, Gai 8, Lancia 5, Accettulli, D’Aguanno 8, Roccetti 10, Venanzi 3, Gregori, Russo, Grimaudo, Marotta 8. Coach: Boggio.

San Raffaele Roma-Virtus Aprilia 63-51
San Raffaele: Ciaccioni 4, De Santis 9, Santulli E., Marchetti 4, Panariti 6,  Bonafede 9, Nnodi 2, Borghi 2, De Marchi, Santulli M.2, Barbieri 12, Rubinetti 13. Coach: Russo
Aprilia: Orazi 13, Ranieri 9, Triveri 9 , Paladino, Di Clemente, Capobianchi 2, Puleo 4, Finotti, Montanari 13, Ilari 4. Coach: De Bernardis

Classifica: Stella Azzurra, San Raffaele, Smit Roma Centro e Frascati 2, Bull Basket, Santa Marinella, Virtus Aprilia e Pallacanestro Roma 0.

Torna la fiera di Romics

Arriva alla quindicesima edizione il Romics, il festival internazionale del fumetto, animazione, cinema e games che si tiene a Roma. Quest’anno le date prescelte per l’edizione autunnale sono quelle che vanno dal 4 al 7 ottobre, mentre l’appuntamento è alla Nuova Fiera di Roma in via Alexandre Gustave Eiffel 79.

Quattro giorni durante i quali gli appassionati potranno incontrare i loro beniamini, godere delle sfilate dei coloratissimi cosplayer , giocare in anteprima ai videogamedella prossima stagione, assistere a proiezioni speciali, partecipare a workshop, tavole rotonde per conoscere tutti i segreti del mondo dell’editoria e fumetti.

Durante la quattro giorni verranno premiati i Romics d’Oro 2018, nella persona di Marco Gervasio, storico autore Disney, Charlotte Gastaut e Chris Warner, che ha sceneggiato e disegnato diverse storie tra cui Predator, Terminator, Black Cross e Barb Wire.

Confermata la centralità della Comics City, la casa del fumetto in uno spazio sempre più ampio dedicato ai grandi incontri del fumetto con anteprime e presentazioni, agli autori con disegno in diretta, murales, dedicaces e mostre in cui prenderanno vita tutte le espressioni della creatività.

Spazio anche alle mostre un omaggio sia a Mario Gervasio che a Charlotte Gastaut, per passare poi a Diabolik visto da Sergio Zaniboni, 25 Anni di Scuola Romana dei Fumetti in Mostra, Evangelion Sci-Fi Anime Attack e Take My Revolution! Utena, 20th Exhibit, mostra tributo per celebrare Evangelion e il doppio ventennale, RevolutionArt. 12 artisti per il ’68 con gli autori della Scuola Internazionale di Comics per interpretare la libertà creativa dei moti del 1968. E un’anticipazione anche dell’attesissima mostra dedicata alla Pixar, presto al Palazzo delle Esposizioni.

Al Movie Village le anteprime italiane di Mirai, il nuovo film di Mamoru Hosoda, quella di The Predator, lo speciale incontro su Venom, l’incontro con Maccio Capatonda doppiatore di Pupazzi senza gloria, quello con Makinarium, società specializzata in effetti speciali cinematografici.

Per chi volesse sgranchirsi i pollici ecco tornare al Romics 2018 i tornei di videogame che si svolgeranno presso il Pala Games: tra i giochi proposti ci sono Forza Horizon 4, Tom Clancy’s Rainbow Six: Siege, Tekken, Street Fighter, Dragon Ball, League of Legends, Hearthstone, Overwatch e Mario Party.

Durante la manifestazione Shockdom presenta YEP!, l’app creata dalla casa editrice che porta online una biblioteca di fumetti di stili e generi differenti. Per gli abbonati centinaia di titoli a catalogo, contenuti esclusivi e una fruibilità sia online che offline per leggere in streaming centinaia di fumetti direttamente su smartphone o tablet. Tra gli autori anche Sio, Mattia Labadessa, Bigio, Giulio e Marco Rincione, Angela Vianello e Jessica Cioffi.

Per quanto riguarda l’angolo cosplayer si segnala il Romics Cosplay Award, con le selezioni internazionali per le grandi gare mondiali del World Cosplay Summit di Nagoya (Giappone) e la Yamato Cosplay Cup International di San Paolo (Brasile). Appuntamento anche per i più piccoli con il Cosplay Kids, in compagnia di Fiore di Luna (Francesca Pace), Jack Sparrow (Andrea Franchini) e dell’immancabile Lupics, la mascotte di Romics.

Presente anche un’area Kids&Junior per i più piccoli, con un ampio programma ricco di attività ludiche e d’intrattenimento, workshop e incontri, organizzati in collaborazione con le Scuola Romana dei Fumetti, la Scuola Internazionale di Comics e Bugs Comics. Un’occasione per avvicinare i piccoli, attraverso il gioco, l’animazione e la partecipazione, all’affascinante mondo del fumetto e dell’illustrazione.

Sul sito ufficiale https://www.romics.it/ tutte le informazioni e il programma aggiornato dei tantissimi eventi che si susseguiranno durante i quattro giorni. Per informazioni: 069396007 – 06 9395606

Romics 2018: orari e biglietti

dal 4 al 7 ottobre 2018 dalle ore 10.00 alle 20.00

  • Abbonamento full 4 giorni: € 26.00
  • Abbonamento venerdì, sabato e domenica: € 24.00
  • Abbonamento sabato e domenica: € 18.00
  • Biglietto ordinario feriale: € 10,00
  • Biglietto ordinario week end: € 12,00
  • Ridotto ordinario € 8.00 (bambini dai 6 ai 10 anni, over 80, militari)
  • Biglietto Cosplay: € 5.00
  • Gratuito: bimbi fino ai 5 anni, disabili con accompagnatore

“Milan Games Week 2018″: dal 5 al 7 ottobre a Rho Fiera

Da venerdì 5 a domenica 7 ottobre arriva Milan Games Week, la più importante manifestazione italiana del videogioco.

Giunta all’ottava edizione, la “Milan Games Week” prevederà come gli anni scorsi diverse postazioni di gioco per provare nuovi giochi appena usciti o in anteprima.

Sarà inoltre previsto uno spazio dedicato agli sviluppatori italiani e uno spazio per gli acquisti, ma non solo: si potanno provare ben 70 giochi, di cui 30 anteprime tra cui spiccano “Call of Duty Black Ops 4”, “Metro Exodus”, “Ride 3”, “Pokemon Let’s Go” e tanti altri.

Basket. E’ un San Raffaele da A!

Nella prima uscita stagionale, seppure si tratti solo di una gara amichevole, il San Raffaele Roma, che disputerà il prossimo campionato di pallacanestro di Serie B femminile, prevale sull’Athena Roma, che invece sarà impegnata in A2. Gara sempre in pugno alle ragazze del San Raffaele guidate in panchina da coach Giorgio Russo. Dopo il primo parziale chiuso sul 17-10, il San Raffaele mantiene inalterato il vantaggio fino al 33-26 dopo 25 minuti di gioco, per aumentare il distacco in chiusura del terzo tempo sul 41-32. L’Athena prova a riavvicinarsi ma il San Raffaele tiene bene fino a chiudere 57-49. Grande prestazione di Giorgi, autrice di ben 17 punti determinanti.

Soddisfatto coach Russo: “È stata una partita intensa, sono piacevolmente colpito dalle mie ragazze. Nonostante abbiamo iniziato da pochissimo, abbiamo fatto solo 9 allenamenti, e sopratutto non stiamo spingendo troppo perché non ci interessa essere al top della forma nel minor tempo possibile, le ragazze hanno giocato con un’intensità super. Faccio loro i complimenti per questo inizio, mi piace l’atteggiamento del gruppo.
Credo che la squadra sia stata costruita molto bene in estate, i prossimi obiettivi sono riuscire a mantenere alta l’intensità difensiva per tutti e 40 i minuti e imparare a gestire molto meglio il ritmo in attacco, capendo quali sono i tiri in contropiede che ci piacciono e quali quelli che in realtà sono tiri forzati.
E ci tengo a ringraziare l’Athena e Francesco, e fare loro un in bocca al lupo per il campionato di Serie A2”.

Uno dei perni degli schemi di coach Russo non solo per le notevoli capacità tecniche ma anche per la grande esperienza maturata in A1, Monica Bonafede esprime la sua soddisfazione per questo avvio di stagione:”Grande soddisfazione per una vittoria contro una squadra di una serie maggiore almeno sulla carta, se questo è l’ inizio fa ben sperare, sicuramente non abbiamo ancora la giusta amalgama tecnico tattica, ma laddove è mancato questo aspetto abbiamo sopperito con la determinazione individuale e collettiva sia in attacco che in difesa . Dopo aver affrontato e stimato da sempre il San Raffaele da avversaria, ora che ci sono dentro comprendo appieno lo spirito di sacrificio e di impegno che ci mettono ogni giorno tutti, staff e giocatrici, per arrivare ad avere i bei risultati raggiunti nel corso degli anni. Personalmente potevo far meglio contro l’Athena, ma con solo 5 allenamenti svolti con la squadra, a causa dei miei impegni di lavoro, sono ben fiduciosa per il futuro. Già in questi giorni ho capito che è una squadra che può darmi tanto, sono tutte ragazze giovani di altissimo livello e giocare insieme credo che possa essere motivo di crescita sia per me che per loro.”

Gruppo Stanchi Athena 49-57 San Raffaele Basket Roma

San Raffaele Basket Roma: Giorgi 17, Panariti 5, Marchetti 6, Barbieri 9, Nnodi, Bonafede 6, Santulli M. 6, Santulli E. 4, Borghi, De Santis 4, Rubinetti, De Pirro.  Coach Giorgio Russo. Assistenti: Mirko Rosatelli e Marisa Crovatto.
Prep. Atletico Andrea Francesconi.

Miss Italia, 33 finaliste in gara domani

Come tre anni fa, nel 2015, le finaliste di Miss Italia sono 33. La vincitrice sarà svelata domani, in diretta in prima serata su La7. La regioni più rappresentate sono il Trentino Alto Adige, l’Emilia Romagna e le Marche con 4 concorrenti ciascuna. A seguire il Lazio con 3 miss, la Lombardia, la Toscana, la Puglia e la Calabria con due. Tutte le altre regioni hanno una sola concorrente in gara. Il Molise nessuna. Dieci sono prossime al diploma, le altre sono tutte diplomate. Dieci studiano all’università, 3 di loro sono laureande, 2 sono già laureate. La numero 13, Miss 365 Saint-Vincent Valle d’Aosta, ha frequentato un master in tecniche autoptiche alla Cattolica di Roma ed è tirocinante nell’Asl di Potenza. Sei ragazze vorrebbero affermarsi nel mondo dello spettacolo e del teatro e tre si iscriveranno a una scuola di recitazione. Quasi tutte vivono in famiglia, fatta eccezione per alcune che studiano in un’altra città. Molte affiancano il lavoro allo studio, sognano una famiglia e dei figli; una è gia mamma, la numero 32, Deborah Agnone, Miss Cinema Sardegna. Una ragazza è italo-cubana, la numero 1, Nicole Nietzsch, una ha padre tedesco ed è nata a Monaco di Baviera, la numero 25, Sophia Agnese Krause, figlia di un consigliere delle Nazioni Unite. Nicole Ceretta, Miss Roma, ha genitori italiani ma la mamma è nata a Johannesburg, in Sud Africa. Ventitrè miss hanno capelli castani, 8 biondi, una neri e una biondo-rame; 18 hanno occhi castani, 11 li hanno verdi, 3 azzurri, soltanto una li ha neri. Tre ragazze, le più grandi, hanno 26 anni, 10 miss hanno 18 anni e contribuiscono ad abbassare la media a poco più di 20 anni (la media matematica esatta è 20,36). Due hanno delle gemelle: sono la numero 5 e la numero 6, Laura Schiavoni e Lucrezia Perelli. Cinque praticano sport a livello agonistico: pallavolo, equitazione, danza, pattinaggio. Di queste, la numero 4, Miss Liguria, è medaglia d’argento ai campionati mondiali di Budapest e agli europei di Glasgow. Una pratica contorsionismo aereo, uno sport circense. •