,

“#ARTerie”, al Maschio Angioino di Napoli spettacoli fino a settembre

NAPOLI. L’estate a Napoli non è mai stata così viva. Prende il via la rassegna “#ARTerie”, il progetto finanziato con Fondi POC 2014 – 2020 che fini a settembre porta oltre 100 eventi in più luoghi della città e promosso dall’assessorato alla Cultura e al Turismo del comune di Napoli. Protagonista degli eventi targati 2020 “Gabbianella Club”, organizzatore degli spettacoli del Maschio Angioino dal 13/08/2020 al 25/09/2020 con la direzione artistica di Rosaria De Cicco. Assistere agli eventi sarà completamente gratuito maè necessaria la prenotazione scrivendo a info@gabbianellaclub.it e e seguire le modalità di accredito e il regolamento di “Estate a Napoli” 2020. Entusiasmo e soddisfazione, per questo lavoro di squadra, viene espressa da Rosaria De Cicco: «Progettare una rassegna teatrale al Maschio Angioino di Napoli è come decidere di diventare cavaliere della Repubblica. Sono talmente tanti i ricordi magnifici che il castello racchiude che non basterebbe un giorno intero a raccontarli. Ed a Napoli d’estate non esiste un luogo più consacrato e ambito da pubblico e teatranti. In un anno come questo indecifrabile anno bisestile con l’urgenza di ridare forma e forza agli spazi teatrali il Castel Nuovo appare come un titano che riconsegna a noi mortali il fuoco che ci aiuta a rimanere vivi». “Diffondiamo la bellezza, sosteniamo la cultura”, questi il mood della rassegna che vede in prima linea Gianluigi Osteri (nella foto) e la sua “Gabbianella Club Events”: «Si tratta di un regalo che questa città ha fatto a me e alla mia realtà imprenditoriale. Da anni collaboro con il Comune di Napoli e ogni volta si tratta di una sfida che affronto con determinazione ed entusiasmo. L’arte va sostenuta e diffusa, da tempo questo è un valore essenziale che porto avanti con la mia attività, ma oggi ancora di più. Un plauso va fatto all’assessorato alla Cultura e al Turismo e all’assessore Eleonora de Majo che, malgrado le difficoltà di questo tempo, hanno voluto fortemente, mettere in campo iniziative artistiche per l’estate dei napoletani e non solo».

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *