Théâtre Francis Gag, gli spettacoli di marzo nella “bomboniera” del Vieux Nice

Il Théâtre Francis-Gag propone, per il mese di marzo un cartellone veramente ricco e diversificato, nel quale spiccano uno spettacolo teatrale dedicato alla Bella Otero oltre al Festival Femmes en scènes.

Inaugurato il 6 ottobre 1989, il Théâtre Francis-Gag prende il nome dal più grande drammaturgo di Nizza ed è radicato nel territorio per la missione di proporre la storia attraverso un’arte autenticamente popolare.
Passione, domanda, trasmissione e creazione sono le parole chiave che caratterizzano la sua programmazione.

Questo il cartellone completo di marzo 2020

Théâtre (Seul-en-scène, mime) – Giovedì 5 marzo 2020 ore 20,30
Chut ! Avec Ralf Schütte
Mise en scène : Valeriya Budankova
Una produzione della Compagnie Fox Art.

Festival – Femmes en scènes – 12e édition – Dal 5 al 14 marzo 2020

Théâtre, Sabato 28 marzo 2020 ore 20,30
La Belle Otero. L’Immortelle Otero.
De Pierre Tre-Hardy
Mise en scène : Christophe Turgie
Una produzione della compagnie Les Cent Causes.

Inoltre, gli appuntamenti del Petit Auditorium

Sabato 21 marzo 2020 ore 16,30
Bartleby
D’Herman Melville
Lettura proposta da Philippe Martin (Cie Le Quadrant Magique)

Sabato 28 marzo 2020 ore 18,30
Une heure délicieuse avec le grand Pedro Almodovar, spettacolo musicale
Di e con: Cristina Ormani (textes et chants)
Special guest : Quino Mallen guitare flamenca.
A cura della Compagnie Tigeract & Co

Il Théâtre Francis-Gag si trova al 4 rue de la Croix nel Vieux-Nice

Conferenze e spettacoli per l’8 marzo di Civitella

Arezzo. Si terrà sabato 7 marzo, alle ore 17, presso la Sala del Consiglio comunale di Badia al Pino, l’iniziativa “Storie di Donne tra pensiero, azione ed emancipazione”: un viaggio nella storia tra lotte per la parità, pensiero filosofico e cittadinanza. Sarà una conferenza sui temi della conquista del diritto di cittadinanza delle donne, delle lotte per l’emancipazione, del contributo delle donne alla storia della Repubblica. Una disamina del pensiero femminile, cercando di far emergere il contributo dato dalle donne al pensiero filosofico. Pensiero filosofico e azione: attraverso le donne che hanno agito per l’emancipazione, per l’esercizio ed il mantenimento dei diritti, con riferimento a quello che è accaduto ad Arezzo. Un excursus storico delle tappe che hanno portato a questa emancipazione femminile, in relazione alla Liberazione nell’Aretino e alla ricostruzione, con le donne di Civitella protagoniste, come Ida Balò, sopravvissuta alla strage del 29 giugno 1944, fino alla nascita dei comitati femminili ad Arezzo, ma non solo.

Al saluto del sindaco, Ginetta Menchetti, seguiranno gli interventi della preside dell’Istituto comprensivo Martiri di Civitella, storica Iasmina Santini, e della filosofa Paola Vignaroli. Le conclusioni sono affidate alla vicesindaco e assessore alle Pari opportunità, Valeria Nassini.

“Storie di Donne, Donne di Storia – filosofia a racconti sul tema del femminile” è il titolo dell’evento in programma lunedì 9 marzo, alle ore 10.30, presso l’Aula Magna dell’Istituto comprensivo Martiri di Civitella a Badia al Pino. Una performance di narrazione filosofica, di e con Silvia Martini e Marco Montanari, sulle personalità di spicco femminili: alcune di loro visibili, altre invisibili perché negate dalla storia e dalla società. Donne che sono testimonianza, con la loro stessa vita, di quel cambiamento culturale che promuove una cultura del rispetto, dell’uguaglianza e della condivisione di una stessa “umanità”.

,

Il programma della settimana della Birra Artigianale a Napoli

Tanti eventi e tanta buona birra artigianale da lunedì 2 fino a domenica 8 marzo 2020 con anche tante promozioni dedicate alla birra artigianale italiana e straniera con tante proposte di pub, beershop, birrifici, ristoranti e altri soggetti dove si potrà trovare l’unica e gustosa birra artigianale.

Una manifestazione ideata 10 anni fa da Cronache di Birra che raccoglie sempre tantissime iniziative e partecipanti: al momento sono circa 360 locali aderenti e 300 iniziative in tutta Italia. Non mancheranno anche tante promozioni e sconti che troverete nei vari locali che partecipano.

Di seguito vi segnaliamo alcuni eventi rimandandovi al sito ufficiale per ulteriori aggiornamenti. Tantissime le iniziative a Napoli e in Campania anche organizzate da famosi birrifici artigianali. Per motivi di spazio vi riportiamo solo quelli di Napoli e in alcune cittadine vicine come Pozzuoli, Pomigliano, Torre Annunziata ecc,, per il weekend 6-7 marzo 2020.

Vi invitiamo a consultare, tramite il link alla fine del post, il programma completo per le tante iniziative in tutta la regione dal giorno 2 al giorno 8 marzo 2020.

Venerdì 6 marzo 2020

  • Napoli – DEGUSTAZIONE BIRRE E FORMAGGI – Organizzato da Birrificio Flegreo – Degustazioni birre artigianali in abbinamento con formaggi selezionati da polyphhemos, enoformaggeria flegrea – Location: via ilioneo 48 80124 Napoli (NA)
  • Napoli – SERATA ABBINAMENTO BIRRA&FORMAGGI CON OKOREI ED HOMEBREWING ACCETTA – Organizzato da Loop – Officina della Birra – Serata abbinamento Birra&Formaggi con Okorei ed Homebrewing Accetta Doppio Evento per celebrare il connubio tra Birra e Formaggi. Per la serata ci sarà in abbinamento: – Elefante Bianco di Okorei con Pecorino Avellano al Luppolo – H Tagliata di Homebrewing Accetta con Smoked blue di Jersey selezione Polyphemos – Enoformaggeria Flegrea E per non farci mancare nulla, ad accompagnare il tutto, ospite d’eccezione ‘O Ppan ‘e Marì! – Location: Via Mattia Preti 21 80127 Napoli (NA)
  • Pozzuoli – B.Y.O.B & BEER SHARING – Organizzato da Southern Homebrewers – Presso la birreria DRY HOPPING a Pozzuoli,. Incontro tra hombrewer per parlare di tecniche di produzione, confrontarsi e condividere le proprie produzioni casalinghe e le chicche da assaggiare insieme.Location: Via G. Santilli 6/b 80078 Pozzuoli (NA)
  • Pozzuoli – BEER SHARING – Organizzato da Dry Hopping – Incontro tra hombrewer per parlare di tecniche di produzione, confrontarsi e condividere le proprie produzioni casalinghe – Location: via G. Santilli 6 b 80078 pozzuoli (NA)

Sabato 7 marzo 2020

  • Napoli – MEET THE BARTENDER! – Organizzato da Birrificio Flegreo – Scopri le speciali ricette dei drinks preparati con le nostre birre dalle sapienti mani di Peppe Fiorillo! – Location: via ilioneo 48 80124 Napoli (NA)
  • Torre Annunziata – BABYLON TAP TAKE OVER – Organizzato da Craft27 – Sabato 7 avremo alle spine i ragazzacci del birrificio Babylon Dalla provincia di Ascoli Piceno direttamente nella citta’ di Poppea, Oplonti e’ pronta per accogliere gli uomini della Babylonia, per bere tanta birra insieme e festeggiare alla grande la Settimana della Birra Artigianale Tap take over – Shinobi (stout 4.8°) – Panzer keller – (keller 5.2°) – Desaparec-ipa (ipa 6.2°) – Bandit (saison 6.5°) – Gilga-mash (belgian golden strong ale 8.7°) Info craft27 – 392.3256.011 via michele caravelli, 18 torre annunziata nord – Location: Via michele caravelli 18 80058 Torre annunziata (NA)
  • Pomigliano D’Arco – TAP TAKEOVER CON OKOREI – Organizzato da Craic Beer Shop – Tap Takeover con il birrificio Okorei e con la presenza del birraio Alberto Mochetti – Location: via Roma 163 80038 Pomigliano d’Arco (NA)

Programma completo – Settimana della Birra Artigianale dal 2 al 8 marzo 2020

,

Un ricco appuntamento di Mostre ed Eventi a Roma

Sarà un 2020 pirotecnico per musei comunali di Roma. I Marmi Torlonia, l’ arte contemporanea a Villa Borghese, la storia della città dalla Breccia di Porta Pia alla Prima Guerra Mondiale come focus per le celebrazioni dei 150 anni di Roma Capitale, la grande archeologia dell’ Urbe Repubblicana, sono tra gli appuntamenti di maggior spicco del calendario di 47 mostre che coinvolgeranno le sedi espositive del sistema capitolino. Luca Bergamo, vicesindaco con delega alla Crescita Culturale, presentando il programma nella Centrale Montermartini, ha messo in luce il risultato del lavoro di valorizzazione del patrimonio artistico e culturale della città: “Dal 2016 al 2019, ad eccezione di una lieve flessione nel 2018, c’è stato un aumento costante dei frequentatori del sistema museale, passato da un milione e 700 mila a due milioni e 70 mila ingressi”.
Il calendario messo a punto con la Sovrintendenza capitolina ai Beni culturali diretta da Maria Vittoria Marini Clarelli e con Zetema, punta a rafforzare la tendenza, a partire appunto dalla mostra più attesa, “I marmi Torlonia. Collezionare capolavori”, promossa con il Ministero dei Beni Culturali e la Fondazione Torlonia, in programma dal 4 aprile al 10 gennaio 2021 a Palazzo Caffarelli, recuperato come spazio espositivo dei Musei Capitolini dopo 55 anni di chiusura e inaugurato per l’ occasione. “E’ un evento di importanza mondiale – ha detto Bergamo -. L’ allestimento è curato dallo studio Chipperfield ma la disposizione degli ambienti è opera della Sovrintendenza capitolina”. Per “Back to Nature”, dal 23 aprile a dicembre nel Parco dei Daini di Villa Borghese, saranno installate grandi opere realizzate da artisti internazionali, da Mario Merz a Edoardo Tresoldi, Mimmo Paladino, Grazia Toderi, Andreco e Davide Rivalta. Arte contemporanea protagonista anche con l’esposizione “Shepard Fairey. 3 Decades of dissent” alla Galleria d’ Arte Moderna (13 giugno-11 ottobre) con i lavori di Fairey, uno degli artisti di Urban Art più conosciuti a livello globale, accostati alle opere della Galleria. Le grandi trasformazioni della città tra il 1870 e il 1915 – che passò da 250 mila abitanti a 500 mila – saranno sarà al centro della mostra a Palazzo Braschi (novembre 2020-marzo 2021) , Dalla Breccia di Porta Pia la vita quotidiana dei romani sarà raccontata da filmati e fotografie rare come quelle degli ospedali allestiti a Villa Torlonia per i soldati feriti.
I Musei Capitolini, a Palazzo Caffarelli, ospiteranno dal 12 marzo al 13 settembre “Il tempo di Caravaggio. Capolavori della collezione di Roberto Longhi”, esposizione di dipinti caravaggeschi della raccolta del grande storico dell’arte, nella ricorrenza dei 50 anni dalla morte. Degli scavi voluti da Bonaparte a Roma, intesi come strumento di propaganda imperiale, parla la mostra Napoleone e l’archeologia in programma da ottobre 2020 a marzo 2021 ai Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali. Altro appuntamento di rilievo, La Roma della Repubblica – secondo capitolo del ciclo “Il racconto dell’archeologia” inaugurato nel 2018 con la “Roma dei re” – da settembre/ottobre 2020 a luglio 2021 a Palazzo Caffarelli ai Musei Capitolini. E ancora, La collezione di giocattoli di Roma Capitale al Museo di Roma a Palazzo Braschi dal 29 aprile all’11 ottobre 2020; nella Centrale Montemartini da settembre 2020 fino marzo 2021 i Mosaici delle Collezioni Capitoline. La Galleria d’Arte Moderna dal 28 ottobre al 16 febbraio 2021 racconterà le trasformazioni dell’immagine maschile nell’arte fra secondo Ottocento e inizio del XXI secolo nella mostra “Ciao maschio! Volti, potere e identità dell’uomo contemporaneo”. Per la fotografia il Museo dell’Ara Pacis proporrà il lavoro del grande Josef Koudelka in “Radici”, dal 1 ottobre al 31 gennaio. Il Museo di Roma in Trastevere da maggio in collaborazione con RAI Teche e con il Comune di Milano grande mostra sugli interpreti di spicco della fiction italiana dagli anni ’50.
Infine, al Museo Civico di Zoologia sarà protagonista a settembre-ottobre ‘La vita delle Api

Il carro di Greta Thunberg trionfa al Carnevale di Viareggio

Il Carnevale di Viareggio chiude i battenti un pò sottotono rispetto alle edizioni precedenti, condizionato dal timore instaurato dalle notizie sul “coronavirus”, ma sicuramente ha contribuito anche ad esorcizzare ogni paura, portando allegria nella comunità viareggina.

Trionfa il carro di Lebigre-Roger. La costruzione con protagonista Greta Thunberg ha vinto davanti al carro di Luigi Bonetti sull’intelligenza artificlale e Idol dei fratelli Cinquini con un gigantesco Cristiano Ronaldo.

Nei carri di seconda categoria vittoria annunciata delle tigri di Luca Bertozzi.

Nelle mascherate di gruppo primo posto per Silvano Bianchi, in quelle isolate il successo è di Matteo Raciti.

Ecco le classifiche finali

  1. CARRI PRIMA CATEGORIA

1) Home sweet home. Nessun posto è come casa di Lebigre e Roger

2) Robotika: intelligenza artificiale di Luigi Bonetti

3) Idol di Umberto, Stefano e Michele Cinquini

4) Nel Paese delle Meraviglie 2.0 di Jacopo Allegrucci

5) Beata ignoranza di Roberto Vannucci

6) Olè di Carlo Lombardi

6) Il grande balzo di Alessandro Avanzini

8) Né di Eva né di Adamo di Massimo e Alessandro Breschi

9) Abbracciami è Carnevale di Fabrizio Galli

CARRI DI SECONDA CATEGORIA

  1. A caccia di un lieto fine di Luca Bertozzi
  2. S’i’ fosse foco di Luciano Tomei
  3. Quei gran geni di… di Priscilla Borri e Antonino Croci
  4. Giù le mani di Franco Malfatti
  5. L’amaro italiano di Edoardo Ceragioli

MASCHERATE IN GRUPPO

  1. La cultura fa paura di Silvano Bianchi
  2. Terra promessa di Marzia Etna
  3. Alice una fiaba moderna di Roberto De Leo e Vania Fornaciari
  4. I signori della notte di Michele Canova
  5. Ombre cinesi di Giacomo Marsili
  6. 900 di Libero Maggini
  7. L’uomo dei sogni di Emilio Cinquini
  8. Populist art di Giampiero Ghiselli e Maria Chiara Franceschini
  9. Facce ride di Adolfo Milazzo

MASCHERE ISOLATE

1) I disagi di Gulliver di Matteo Raciti

2) Qualcuno mi renda l’anima di Michelangelo Francesconi

3) Vince Van Gogh di Lorenzo Paoli

4) Bella di natura di Devis Serra

4) Sorci verdi di Stefano Di Giusto

6) Per me si va nella città dolente… di Rodolfo Mazzone

7) Un gioco di parole di Andrea Giulio Ciaramitaro.

Per quello che riguarda promozioni e retrocessioni – effetto delle classifiche dell’ultimo triennio – scendono in seconda categoria i fratelli Breschi e Carlo Lombardi, salgono in prima categoria Luca Bertozzi e Luciano Tomei, retrocede fra le mascherate in gruppo Edoardo Ceragioli, sale in seconda categoria Marzia Etna, retrocedono dalle mascherate in gruppo Adolfo Milazzo ed Emilio Cinquini e vengono promossi dalle maschere isolate a quelle in gruppo Matteo Raciti e Stefano Di Giusto.

Articolo a cura di Massimiliano Spinella