International Excellence Awards al “Damiani”

Si terrà mercoledì 30 maggio (alle ore 21), nell’incantevole scenario del Club Damiani di Pozzuoli (Napoli), la seconda edizione della manifestazione – ideata da Gianfranco Unione, con la direzione artistica di Luciano Carino – per celebrare i successi di esponenti di spicco del Mondo dell’Arte, della Medicina, della Moda, del Giornalismo, del Cinema, della TV, del Design, dell’Imprenditoria, del Sociale e della Musica.

Prevista la presenza di grandi artisti di livello mondiale e un parterre prestigiosissimo che vedrà alternarsi sul palco, insieme ai vincitori, dieci bellissime modelle professioniste provenienti dalle passerelle di tutto il mondo.

Ruolo centrale avrà anche la musica con l’esibizione di uno dei protagonisti più di tendenza sulla scena artistica planetaria.

Presenta la manifestazione Stefania Maria. Défilé di moda Marina Corazziari (che ha anche disegnato e realizzato i premi) – Vicoli Santi by Luciano Esposito – Bruno Unione Sartoria Roma. Il trucco/parrucco sarà curato dallo Staff HM Makeup Italy.

Per gli ospiti della serata – ad inviti – sono previste degustazioni gourmet ispirate al tema dell’evento con l’accompagnamento di vini pregiati.

L’evento – ideato ed organizzato dalla Gianfranco Unione International Management, con la direzione artistica di Luciano Carino – conta il sostegno dei nomi di spicco dell’imprenditoria nazionale. Tra questi: Villa del Sole; Rosso Pomodoro Puglia di Antonello Natuzzi; Hotel Murmann di Giovanni Cozzolino; Blue on Blues tessuti di Mario Cozzolino; Istituto tecnico Alberghiero San Giorgio di Carolina Amato; Azienda vinicola Sorrentino del dott. Giuseppe Sorrentino; Scacco Matto Produzioni; Like Comunication di Franco Fioroni; Mojtello di Fabio Rinaldi; HM Make-up Italy di Luciano Carino; Alfredo De Luca, sarto camiciaio; Zollo maestri oleari di Luigi Gallico; TSM di Ciro Guarino; Michele Setaro, vini. Foto della serata: I Tranchese Fotografi. Area Sponsorship Management: Anna Rubino.“

Al via Palchi Reali 2018 eventi nelle dimore sabaude

L’estate in Piemonte è sinonimo di Palchi Reali, unico ampio cartellone dal 10 giugno al 23 settembre 2018 che mette a sistema le proposte spettacolari delle istituzioni culturali piemontesi nei suggestivi spazi delle dimore sabaude, palcoscenico ideale per un’offerta artistica qualificata e diversificata. Cinema, circo, danza, musica e teatro in sette Residenze Reali: Musei Reali di Torino, Palazzo Chiablese, Villa della Regina, Castello di Agliè, Castello di Racconigi, Palazzina di Caccia di Stupinigi e Reggia di Venaria. Un sistema attivo che vuole promuovere l’immagine delle Residenze Reali di Torino e del Piemonte, in un positivo incontro tra spettacolo dal vivo e patrimonio architettonico.

I luoghi di Palchi Reali aumentano nel 2018, con due nuove residenze (Palazzo Chiablese e Villa della Regina) così come gli eventi e le rassegne coinvolte, per oltre 100 appuntamenti. Novità della sinergica collaborazione portata avanti dagli enti del progetto è l’inclusione del programma di Mostre Reali, il calendario delle mostre ospitate ai Musei Reali, Palazzo Madama, Reggia di Venaria, Castello di Agliè e Palazzina di Caccia di Stupinigi, per un’offerta culturale che arriva a toccare anche le arti visive.

Gli eventi in programma:

C’era una volta nel giardino del re, spettacoli teatrali per tutti nel Parco del Castello di Racconigi, dal 10 giugno; Cinema a Palazzo Reale, consueto appuntamento dedicato al cinema classico con 41 serate dal 17 luglio; Di Residenza in Residenza, nuovo format sulle residenze artistiche tra innovazione e tecnologia, per un’esperienza immersiva, da giugno a settembre; Oh che bel castello!, un tuffo nella storia e nella magnificenza del Castello di Agliè; Poemetti a Villa della Regina, incursioni shakespeariane ad alta densità musicale; Sere d’estate alla Reggia di Venaria, un programma ricco di eventi, con aperture eccezionali per scoprire il magnifico complesso monumentale di Venaria, dal 29 giugno;

Stupinigi Sonic Park, il nuovo festival musicale dal 25 giugno nel Parco della Palazzina di Caccia di Stupinigi con artisti di richiamo internazionale; Teatro Classico e Teatro Musicale, quattro proposte di forte suggestione per animare Palazzo Chiablese; Torino Estate Reale, quindici serate, dal 27 giugno al 15 luglio, per un vero e proprio teatro a cielo aperto in Piazzetta Reale; Un giorno a corte, visite teatrali per tutti nello straordinario contesto di Villa della Regina. Si aggiunge al calendario di Palchi Reale Maratona Reale a tappe, innovativo format ideato da Base Running, un evento che fonde sport e cultura, in un connubio tra corsa, arte e natura.

“Korean Week” a Milano

Korean Week, la manifestazione che permette di conoscere la  Repubblica di Corea e le sue tradizioni, arriva in città dal 28 maggio al 1° giugno con tante iniziative, performance e workshop gratuiti.

Si parte lunedì 28 con K-Union, forum politico sulle due Coree, a Palazzo Clerici alle 17:30; si prosegue poi il 29 con K-Taekwondo, la performance di Taekwondo della WT, in collaborazione con Taekwondo Lombardia, al Teatro Burri di Parco Sempione, alle 18:30, e il 30 maggio con K-Dance&Fashion, lo spettacolo di danza e musica tradizionale, che prevede anche una sfilata di vestiti tradizionali coreani, al Teatro Burri, alle 20, e, sempre il 30 maggio, con K-Experience Stand, lo spazio per approfondire bellezza, cucina, calligrafia, artigianato e sartoria tradizionale, al Burri, dalle 15 alle 19. E ancora, il 30 e il 31 maggio si continua con The Drawing Show, lo spettacolo di K-Modern in cui l’arte del disegno prende vita sul palcoscenico, al Teatro No’Hma, alle 21; infine si chiude il 1° giugno con la proiezione del film coreano K- Movie, A Taxi Driver, allo Spazio Oberdan, alle 19, e con i mini food truck con assaggi gratuiti di cibo coreano, in corso Buenos Aires, dalle 15:30 alle 19:30.

Dal 1° all’11 giugno, inoltre, presso il Consoltato Generale della Repubblica di Corea sarà visitabile la mostra K-Calligraphy (lunedì-venerdì 9-12, 14-18, vernissage 31 maggio, ore 18).

A ottobre a Milano ‘Picasso Metamorfosi’

Aprirà il 18 ottobre a Palazzo Reale la grande mostra ‘Picasso metamorfosi’, che per il sindaco di Milano Giuseppe Sala “sarà il cuore dell’autunno artistico milanese”. Promossa e organizzata da Comune di Milano-Cultura, Palazzo Reale e MondoMostre Skira, l’esposizione è dedicata al rapporto che il genio spagnolo ha sviluppato, fin da giovanissimo, con il mito e l’antichità. Il progetto, tappa milanese della grande rassegna europea triennale Picasso-Méditerranée, promossa dal Musée Picasso di Parigi con altre istituzioni internazionali, presenta circa 200 opere tra lavori di Picasso e opere d’arte antica cui il grande maestro si è ispirato, provenienti dal Musée National Picasso di Parigi e da altri importanti musei europei come il Louvre, ma anche i Musei Vaticani di Roma e il Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Trionfo per Yuja Wang a Roma

Trionfo il 28 maggio a Roma per Yuja Wang nel recital solistico per la stagione da camera di Santa Cecilia. La pianista cinese ha riscosso applausi scroscianti e un tifo da stadio ripagando gli spettatori dell’Auditorium Parco della Musica con un fuori programma di mezz’ora. Al termine del concerto Wang – in abito lungo con grande spacco velato e schiena nuda – è uscita sei volte per rispondere al saluto del pubblico e ha eseguito ogni volta perle che hanno entusiasmato la platea, bis a ripetizione che si sono rivelati uno spettacolo nello spettacolo per qualità e varietà. Il repertorio scelto per la serata romana era incentrato su autori del ‘900 e composizioni che hanno messo bene in luce le sue doti virtuosistiche e una padronanza tecnica straordinaria. La giovane fuoriclasse di Pechino si è misurata con Rachamaninof, Skrjabin, Ligeti e Prokofiev in esecuzioni a tratti ostiche affrontate con pulizia e precisione estreme.

Restaurant Awards Lazio, premiati i migliori ristoranti e le migliori pizzerie di Roma e Lazio

Nel pomeriggio del 28 maggio 2018, sono andati in scena i Restaurant Awards Lazio durante il quale sono stati premiati i migliori ristoranti, le migliori osterie e pizzerie, i migliori chef “in ascesa” e si è scattata una fotografia dello stato della ristorazione romana che vive una nuova primavera. Organizzato dall’editore di MangiaeBevi Fabio Carnevali, è questa la II° edizione del premio (lo scorso anno Premio MangiaeBevi), che si è avvalsa da una qualificata giuria composta da 74 giornalisti, appartenenti a tutte le più importanti testate del settore, presieduta dai critici gastronomici Jerry Bortolan, Luigi Cremona e Federico De Cesare Viola, che hanno votato sulle candidature ottenute in base al voto medio riportato da ogni ristorante sulle principali guide gastronomiche: essere nominato vuol già dire essere in assoluto tra i migliori della capitale e della regione!

“Roma vive un momento di grande movida gastronomica – racconta il presidente Jerry Bortolan – che fa nascere nuovi posti e spinge i grandi della ristorazione romana a dare sempre il meglio per rimanere ai vertici di questo mondo affascinante, ma duro e competitivo.” Continua poi il presidente Luigi Cremona: ”Concordo con quanto detto da Jerry Bortolan e aggiungo che la vera importanza di questo premio è aver costruito un panel unico di giornalisti di moltissime testate per dare un quadro reale e unico dello stato dell’arte della ristorazione romana. Inoltre, io che da sempre credo nella professionalità delle nuove generazioni e la sostengo attivamente, apprezzo la creazione dei premi per i giovani professionisti in ascesa”.

Fabio Carnevali, editore e organizzatore, racconta così questa avventura: “L’idea è nata un   paio di anni fa, è stata per me una grande sfida realizzarla, ma alla fine siamo alla seconda edizione e per tutti noi che siamo qui oggi è una grande conquista. Il nostro è il primo premio della stampa dato alla ristorazione e a novembre arriveremo alla prima edizione nazionale: è una grande soddisfazione aver messo insieme i migliori giornalisti del settore per accendere i riflettori sulla ristorazione che è una delle punte di diamante della nostra Italia!”.

C’era molta attesa nella capitale per l’assegnazione dei premi, ma alla fine il re di Roma Heinz Beck e la sua Pergola del Rome Cavalieri Waldorf Astoria hanno lasciato il passo, per pochi voti e per la prima volta dopo anni, a un altro chef di grande fama internazionale, Francesco Apreda con il ristorante Imàgo dell’Hotel Hassler. Una bella soddisfazione per uno chef del sud del Lazio che persegue un cammino di eccellenza da quando, a 18 anni, ha varcato per la prima volta la soglia dell’Hotel Hassler e Roberto Wirth, proprietario e general manager della struttura, lo ha scelto per il lungo cammino da fare insieme.

“Sono emozionato e molto felice – dice Francesco Apreda appena ritirato il premio – e lo condivido con le miei brigate di sala e cucina, e con il nostro patron Roberto Wirth!”.

Degne di nota anche le affermazioni di Colline Ciociare di Salvatore Tassa tra i ristoranti delle province laziali e di Oliver Glowig, con il suo Barrique di Monteporzio, una bella struttura realizzata da una proprietà lungimirante e coraggiosa, che lo chef ha saputo valorizzare al meglio con la sua cucina. Anche qui la vittoria è arrivata dopo un combattuto duello con Spazio di Niko Romito. Stesso discorso sia nella categoria ristoranti etnici dove Sushisen supera di misura Hamasei e nella categoria osterie dove Sora Maria e Arcangelo vince la volata a tre con L’Arcangelo e con Armando al Pantheon.

C’è stata la conferma del primato di Roscioli tra i bistrot, nonostante l’incalzare di Mazzo. Per i premi speciali conferma importante per Pascucci al Porticciolo, Miglior ristorante di pesce, Metamorfosi di Roy Caceres per la Miglior comunicazione digitale, mentre per il Miglior format alta cucina-benessere è stato premiato La Terrazza che, con lo chef Fabio Ciervo, ha sempre una grande attenzione verso la piena salubrità del prodotto e degli abbinamenti. Per il Miglior format innovativo è stato premiato Hotel Butterfly, creatura di Giancarlino e dei suoi soci, un affascinante locale temporary dalle molte anime che ha unito arte, cibo, musica, drink insieme a una serie di attività collaterali come la hair spa, il tattoo shop e lo studio di giovani designer. Anche in questo caso la bellezza del locale e la qualità espressa non hanno conosciuto compromessi. Miglior cantina è quella Enoteca Achilli al Parlamento con le sue 30.000 bottiglie e più di 3000 etichette, il suo patron Daniele Tagliaferri. Nella “battaglia” delle 25 Migliori pizzerie nuova affermazione di Giancarlo Casa e la sua Gatta Mangiona, che vince anche per la Miglior pizza. Infine i professionisti. Finalmente una donna arriva ai vertici della ristorazione romana, con lo slancio della sua creatività, fantasia e determinazione: Alba Esteve Ruiz di Marzapane è la Nuova chef in ascesa! “È bello essere qui – commenta Alba Esteve Ruiz – con tutti questi amici e, lo ammetto, aver vinto lo è ancora di più! Grazie a mio marito Michel mio compagno anche in questa avventura e a tutto il mio team!”

Miglior pastry chef Andrea Riva Moscara di Barrique, Miglior pizza chef Pier Daniele Seu, Miglior sommelier Luca Belleggia del Pagliaccio e Miglior restaurant manager Achille Sardiello di Pipero.

Hanno ottimamente condotto la premiazione Chiara Giannotti e Luca Sessa.

Notte dei Musei a Roma

Il prossimo sabato 19 maggio si terrà La Notte dei Musei 2018, quando musei, istituzioni, spazi espositivi e culturali resteranno aperti e accessibili a tutti dalle ore 20 fino alle 2 di notte con eventi a ingresso a 1 euro, gratuito o con biglietto ridotto.

Promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, con il coordinamento organizzativo di ZètemaProgetto Cultura, La Notte dei Musei anche quest’anno si svolgerà in contemporanea in 30 paesi europei.

A Roma, la manifestazione coinvolgerà oltre 50 spazi – tra musei civici e statali, università pubbliche e private, istituzioni italiane e straniere, altri siti espositivi e culturali – che apriranno eccezionalmente al pubblico le proprie sedi dalle 20 fino alle 2 di notte (ultimo ingresso ore 01.00) con spettacoli, mostre, eventi e iniziative speciali, offrendo a cittadini e visitatori una festa straordinaria dedicata all’arte e alla cultura, con un biglietto d’ingresso simbolico pari a 1 euro oppure ad ingresso completamente gratuito, dove espressamente previsto.

Tra i principali spazi coinvolti: Musei CapitoliniCentrale Montemartini, Museo dell’Ara Pacis, Museo delle Mura, Museo di Roma Palazzo Braschi, Museo di Roma In Trastevere, Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco, Musei di Villa Torlonia, Galleria d’Arte Moderna di Roma, Mercati di Traiano, Museo Carlo Bilotti, Museo Pietro Canonica, Museo Napoleonico, Museo Civico di Zoologia, Museo di Casal De’ Pazzi, Protomoteca, Palazzo delle Esposizioni, Museo Archeologico e Museo Aristaios dell’Auditorium Parco della Musica, Polo Museale Atac, Camera dei Deputati, Senato della Repubblica, Museo Storico dell’Arma dei Carabinieri, Chiostro del Bramante, Complesso del Vittoriano, Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, Maxxi, Musia Living&Arts, Wegil, Accademia Nazionale di San Luca, Accademia Americana, Accademia di Romania, Reale Accademia di Spagna, Accademia d’Ungheria, Accademia d’Egitto, Ambasciata Greca, Istituto Svizzero, Casa di Goethe, Casa Museo Accademia Musumeci Greco, Istituto Superiore Antincendi, Sapienza Università di Roma, Università degli Studi di Roma Tor Vergata, Università degli Studi Roma Tre, Università degli Studi eCampus, Lumsa.

Anche i musei statali, i complessi monumentali, le aree e i parchi archeologici MiBACT di Roma partecipano all’iniziativa con apertura serale di 3 ore al costo simbolico a 1 euro.

Per info sui siti che aderiscono e sugli orari consultare il sito MiBACT

Straordinariamente aperti al pubblico, con visite gratuite, il Senato della Repubblica, dalle ore 20.00 alle ore 24 (ultimo ingresso da piazza Madama ore 24), e  la Camera dei Deputati, dalle ore 20 alle ore 2 (ultimo ingresso da piazza Montecitorio all’01.30). Alle ore 20.00 si svolgerà in Piazza Montecitorio l’esibizione musicale della Banda Musicale della Guardia di Finanza.

Il Museo storico dell’Arma dei Carabinieri, sarà aperto al pubblico in via straordinaria dalle 20 alle 02, ad ingresso gratuito, con la mostra Carabinieri nel Risorgimento – Pastrengo 1848. L’arte di Sebastiano De Albertis.

Alla Villa di Massenzio un’anteprima della Notte dei Musei, ad ingresso libero, con l’apertura dell’area archeologica dalle 17.00 alle 20.00 (ultimo ingresso ore 19.30) e lo spettacolo teatrale alle ore 18.00 I giganti della montagna di Luigi Pirandello, a cura dell’Associazione Culturale Metis Teatro.

Ai Musei Capitolini: nell’Esedra del Marco Aurelio lo spettacolo tra musica e parole Cavalcaldo i venti, a cura dell’Associazione Coop Teatro 91; nella Sala Pietro da Cortona il reading – concerto dal racconto di Melville “Bartleby lo scrivano” Avrei preferenza di no. Bartleby lo scrivano. In concerto, a cura dell’Associazione Diritto e Rovescio, con Roberto Herlitzka; nel Salone di Palazzo Nuovo lo spettacolo operistico In…Canto Musicale, dedicato a Giacomo Puccini in occasione del 160° anniversario della sua nascita, a cura della Coop. La Fabbrica dell’attore Onlus

Al Museo Carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese il concerto Temi, variazioni e metamorfosi, che reinterpreta temi classici del jazz, a cura dell’Associazione di promozione sociale Percento Musica..

Alla Galleria d’Arte Moderna  lo spettacolo Viaggio in Italia tratto da “Bazar di un poeta” di Hans Christian Andersen, il racconto magnifico e pauroso del viaggio in Italia che l’autore danese fece nel lontano 1840, a cura dell’Associazione Culturale Alt Academy.

Nei Musei di Villa Torlonia: al Casino Nobile il concerto Sephirot, Kabbalah in Music, con musiche tratte dall’ultimo album di Gabriele Coen e letture dal libro di Giorgio Israel “La Kabbalah”, a cura dell’Accademia Italiana del Flauto; alla Casina delle Civette il concerto acustico Semplici atti, a cura dell’Associazione O Thiasos TeatroNatura, con canti polifonici appartenenti a differenti tradizioni popolari eseguiti a cappella.

Alla Centrale Montemartini nella Sala del Treno di Pio IX si svolgerà il concerto Face to Face a cura dell’Associazione Culturale È Arrivato Godot, mentre nella Sala Macchine avrà luogo Miti – Corpi vivi e corpi immortali, cinque pieces che indagano la mitologia del corpo a cura dell’Associazione Culturale Twain.

Al Museo dell’Ara Pacis nell’Area Monumento Peluches a Douma, Goutha Orientale. Performance di Riccardo Vannuccini, cinque azioni di teatro danza sul tema della guerra con la partecipazione di attori dei centri d’accoglienza e a cura dell’Associazione Artestudio. Nell’Auditorium Daniele De Michele in arte Don Pasta presenterà il suo progetto La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene.

Al Museo Pietro Canonica a Villa Borghese la performance itinerante Incanti e magie – Mirabili passeggiate nel Museo Canonica, a cura dell’Associazione La Capriola – Abraxa Teatro, che porterà i visitatori in giro per le sale del Museo guidati dal magico attore, mimo e prestigiatore Sergio Bini in arte Bustric.

Al Museo Napoleonico  il concerto Ai capricci della sorte, in occasione del 150° dalla morte di Giacchino Rossini, a cura dell’Associazione Concertistica Romana.

Al Museo della Repubblica Romana e della Memoria Garibaldina lo spettacolo Una notte su mille ispirato a Le mille e una notte, a cura dell’Associazione Teatrino Giullare.

Al Museo delle Mura il progetto multisensoriale di musica, luce e profumi Paesaggi Cinestetici, a  cura di Luci Ombre Srl.

Al Museo di scultura antica Giovanni Barracco lo spettacolo #Niobedoloreeclamore, ispirato alle vicende della regina Niobe da Le Metamorfosi di Ovidio, a cura dell’associazione Ecad.

Nel Cortile del Museo di Roma Palazzo Braschi il concerto Voices 2018 – Flowing Chords, con un coro di 35 elementi diretto dal M° Margherita Flore, a cura di Saint Louis Music Center Srl.

La Casa del Cinema prende parte alla Notte dei Musei con la proiezione di cortometraggi e documentari fino alle 24 nell’ambito dell’evento Gatti sorridenti e altri. I cinema di Chris Marker, figura d’avanguardia nella sperimentazione dei linguaggi audiovisivi al di fuori degli schemi tradizionali.

Al Palazzo delle Esposizioni si svolgerà il concerto dei Têtes de Bois dedicato a Léo Ferré dal titolo Ferrè, l’amore e la rivolta.

L’Atac aprirà al pubblico il proprio Polo Museale in zona Ostiense (via Bartolomeo Bossi) dalle ore 19.00 alle ore 23.30, con la possibilità per i visitatori di ammirare la rara collezione di locomotori e tram.

L’Auditorium Parco della Musica partecipa con l’apertura serale gratuita del Museo Archeologico, del Museo Aristaios, dello spazio AuditoriumArte e Sound Corner, dalle ore 20.00 alle ore 24.00 con visite guidate gratuite alle 20.30 – 21.30 – 22.30 (ultimo ingresso ore 23.00).

Palazzo Merulana, inaugurato di recente, apre per l’occasione i propri spazi con visite guidate alla prestigiosa collezione permanente e concerti swing e gipsy-jazz del Trio Borghese.

I visitatori potranno accedere fino alle 23.30 alla Casa Museo Accademia Musumeci Greco (ingresso 2 euro) per visitare la mostra permanente di armi provenienti da tutto il mondo dal XV al XX secolo, più armi di scena utilizzate nelle più importanti produzioni cinematografiche del Novecento. Si svolgerà inoltre l’evento La scherma tocca il cuore. Non solo sport ma integrazione, cultura, spettacolo, bel canto, con Renzo Musumeci Greco, Novella Calligaris, Virna Sforza (soprano). Intervengono: Alessio Boni, Pino Quartullo, Francesco Meoni. Ci saranno inoltre spettacolari assalti fra schermidori normodotati e l’azzurro paraolimpico Pietro Miele.

Al Wegil, in  Largo Ascianghi, una serata con performance musicali ed esibizioni di arti grafiche e di danza, tra cui  il concerto Il Viaggio Di Aylan  di Roberto Ricci (contrabasso jazz), lo spettacolo Gladiators – Viaggio nell’antica Roma a cura dell’Accademia Nazionale Di Danza, le performance a cura del Liceo Artistico “Ripetta” e del Liceo Artistico “Enzo Rossi”, le visite guidate e il concerto Orchestrina Nopi.

Al Museo Civico di Zoologia si svolgerà Una notte da scienziati, a cura di Myosotis m.m. Coop a.r.l., una serata con attività didattiche e laboratori in cui adulti e bambini avranno la possibilità di trasformarsi in biologi, zoologi e ricercatori; Technotownresta aperta fino alla mezzanotte con i laboratori Missioni Robotiche ed effetti speciali.

Alla Fondazione Vigamus – Museo del videogioco per l’evento Una notte al Museo del Videogioco – Conoscere il medium e la sua storia sarà possibile visitare le aree espositive e partecipare a tornei e giochi interattivi. Previsti anche laboratori per bambini ed esperienze in realtà virtuale per tutta la famiglia.

La Sapienza Università di Roma apre i suoi cortili e il suo Polo Museale fino alle 24:00 con un ricco programma di mostre e performance teatrali, laboratori e visite guidate, djset musicali e concerti. La serata si inaugura con il concerto Schubertiade di Orchestra MuSa Classica, diretta dal maestro Francesco Vizioli, alle ore 18.30 nell’Aula magna del Rettorato.

L’Università degli Studi di Roma Tor Vergata apre fino alle 21.30, con aperitivo e visite guidate al Museo di Archeologia per Roma.

La sede del Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Roma Tresarà aperta fino alle 24 con lo spettacolo L’Argiletum e l’antica via dei librai sulle note di J.S. Bach eseguite da Alessandro Guaitolini (Roma Tre Orchestra, violoncello), le letture dei grandi poeti latini a cura di Alessandra De Luca e la presentazione storica del prof. Raynaldo Perugini.

All’Università degli Studi Ecampus porte aperte fino alle ore 23 con lo spettacolo “Parole Note” – Un nuovo dialogo tra musica e poesia, con Maurizio Rossato e Giancarlo Cattaneo di Radio Capital che interpreteranno poesie e monologhi su un flusso di musica elettronica, e con la mostra Cervelli Ribelli, con opere realizzate dai ragazzi autistici dell’Associazione Insettopia.

Alla Lumsa (Libera Università Maria Ss. Assunta) l’incontro Uno sguardo sulla riva destra del Tevere: Prati e Borgo nella storia, per raccontare al grande pubblico la trasformazione urbanistica del quartiere storico di Prati, e le mostre La nostra Europa e La prise de la parole degli insegnanti nel dopoguerra. Scuola, democrazia e narrativa magistrale (1955-1973).

Anche quest’anno parteciperanno alla Notte dei Musei importanti accademie e istituzioni culturali straniere, con apertura gratuita dei propri spazi al pubblico in orario serale.

Tra queste: l’Accademia Americana con la mostra Yto Barrada, The Dye Garden; l’Accademia  di Romania con la mostra foto-documentaria Architettura e Regalità; la Reale Accademia di Spagna, nel complesso conventuale di San Pietro in Montorio, con la mostra Gregorio Prieto e la Fotografia; l’Accademia d’Ungheria, nel prestigioso Palazzo Falconieri, con l’apertura gratuita al pubblico della galleria e del cortile e con la mostra fotografica di Katharina Roters e József Szolnoki Hungarian Cube; l’Accademia d’Egitto con le mostre La misteriosa scoperta della tomba di Tutankhamon e Salah Kamel: un uomo…un’Accademia; l’Istituto Svizzero, con la mostra Roman Signer. Skulptur / Fotografie, dedicata a uno dei più famosi artisti svizzeri contemporanei.

Nella Sala della Protomoteca si svolgerà il concerto String Demons, a cura dell’Ambasciata greca, in cui le composizioni classiche incontrano altri stili musicali, dal rock all’heavy metal, fino alla musica folk greca.

La Casa di Goethe aprirà i propri spazi a 1 euro con la mostra Canti di colore – Farbenlieder – Songs of Colour, dedicata a Hans-Werner Henze.

Durante la Notte dei Musei tutti possono condividere la propria esperienza su Facebook e Twitter e partecipare al contest su Instagram utilizzando l’hashtag #NDMroma18.

I tre autori delle foto più belle, votate dalla nostra community della pagina Facebook della Notte dei Musei, riceveranno tre biglietti per L’Ara Com’era, la visita immersiva e multisensoriale dell’Ara Pacis.

Per partecipare basta condividere, fino alla mezzanotte del 20 maggio, una foto scattata durante la manifestazione con indicazione del luogo dove è stata scattata e del tag del concorso #NDMroma18. Lunedì 21 maggio le foto saranno pubblicate in una gallery sulla pagina Facebook della Notte dei Musei, pronte per essere votate.

 

Tre mostre tra Milano, Roma e Catanzaro per il Centenario della nascita di Mimmo Rotella

Il centenario dalla nascita di mio padre Mimmo Rotella è un momento di grande impegno e gioia per me e per mia madre Inna: è infatti il nostro modo per rendergli omaggio e ricordarlo anche in forma pubblica. Le iniziative ideate e realizzate in collaborazione con la Fondazione Mimmo Rotella, da me presieduta, e dal Mimmo Rotella Institute, che ho fondato con mia madre, nascono proprio con l’intento di far entrare il pubblico, che ci auguriamo numeroso e partecipe, in sintonia con il mondo di mio padre: il suo carattere istrionico, solare, geniale mi ha profondamente influenzata e speriamo con gli eventi pensati per il suo centenario che la sua vita e la sua arte siano da stimolo anche per le future generazioni”. A parlare è Aghnessa Rotella, Presidente della Fondazione Mimmo Rotella che si accinge a inaugurare un importante programma di iniziative in occasione del centenario dalla nascita dell’artista, nato nel 1918 a Catanzaro e scomparso nel 2006 a Milano.

IL PROGRAMMA DI MOSTRE

Il centenario si apre l’11 maggio 2018 con una mostra monografica presso la galleria Christian Stein, divisa tra le due sedi di Pero e di Corso Monforte a Milano. In esposizione circa 60 opere che ripercorrono i periodi e le tecniche dell’artista, non senza dare grande spazio alla sua ricerca più nota intorno ai décollage se i retro d’affiches, le sue creazioni di stampo informale. Segue, inaugurando il 7 ottobre, giorno del compleanno del maestro, – avrebbe spento 100 candeline – la personale presso la Casa della Memoria della sua Catanzaro, la città che gli diede i natali, dove spese i primi anni della sua vita, prima di essere chiamato alle armi e prima degli studi a Napoli. Il tour prosegue a Roma, presso la Galleria Nazionale, che il 30 ottobre apre una grande retrospettiva Mimmo Rotella Manifesto, la più ampia mostra mai organizzata sull’artista, a cura di Germano Celant(curatore del catalogo generale) e Antonella Soldaini (direttrice del Mimmo Rotella Institute).

LA ROMA DI ROTELLA

“Con la serie di iniziative che il Mimmo Rotella Institute, insieme con la Fondazione Mimmo Rotella, sta organizzando in questo periodo in occasione del centenario della nascita dell’artista, vogliamo proseguire e rafforzare l’attività culturale intrapresa sin dal 2012, anno di nascita di questa istituzione. La quale ha tra le diverse finalità quella di realizzare il catalogo ragionato di Rotella ma anche di promuovere a livello nazionale e internazionale la conoscenza e la tutela della figura dell’artista. È su questo secondo punto che particolare attenzione ed energia è stata posta dal MRI al fine di realizzare una serie di mostre che si svolgeranno in diverse parti d’Italia nel 2018 e che ci stiamo adoperando affinché si riesca ad esportarle in importanti istituzioni museali all’estero”, spiega la Soldaini. Roma fu una delle città fondamentali nella vita di Rotella che vi si trasferisce nel 1945 per lasciarla nel 1964, anno in cui va a vivere a Parigi. La mostra presso la Galleria Nazionale, strettamente collegata con il momento espositivo a Catanzaro, ripercorre tutte le tappe della carriera dell’artista, dalle prime opere astratte, alle esperienze informali degli anni ’50, alla relazione con il Nouveau Réalisme di Pierre Restany, alle tangenze con la Pop Art, ma anche il rapporto con città come New York, Parigi e Milano. Il tutto attraverso opere, documenti, foto, un imponente catalogo, materiali sonori, video.

La Mela di Magritte a Roma fino al 10 giugno

Al Palazzo delle Esposizioni tornano per il terzo anno consecutivo un libro e una mostra-laboratorio dedicati a un grande nome dell’arte. Dopo Matisse e Degas è la volta di René Magritte, raccontato con maestria e freschezza dal segno dell’illustratore Klaas Verplanke, autore dell’albo illustrato La mela di Magritte.

Un progetto editoriale del MoMA, Museum of Modern Art di New York, che arriva in Italia grazie alla casa editrice Fatatrac – Edizioni del Borgo e consolida la collaborazione con i Servizi educativi del Palazzo delle Esposizioni e il suo Scaffale d’arte, biblioteca specializzata in editoria internazionale d’arte per ragazzi, che ospita più di 2000 libri d’arte e d’artista.

Ispirato ai capolavori dell’artista, l’albo invita i lettori di tutte le età a osservare il mondo che li circonda con uno sguardo libero, per apprezzare come anche gli oggetti più comuni possano assumere un’insospettata identità e rivelare qualcosa di nuovo.

Allo stesso modo la mostra, oltre agli schizzi e alle tavole originali, presenta un allestimento ironico e divertente per coinvolgere attivamente tutti i pubblici in un gioco di accostamenti inconsueti in cui realtà e rappresentazione, sotto e sopra, dentro e fuori convivono ricreando quei cortocircuiti visivi per cui l’artista belga è così famoso.

Arricchisce la mostra un ricco calendario di visite in mostra e laboratori per scuole e famiglie per conoscere Magritte e l’immaginario surreale che popola i suoi quadri e creare insieme combinazioni di immagini e parole per stravolgere la realtà. E ancora un concorso speciale per coinvolgere le classi nell’allestimento della mostra.

Shawn Mendes a Bologna e Torino nel 2019

Ci sono due tappe italiane nel tour mondiale di Shawn Mendes nel 2019. Il giovane cantante canadese, al top nelle classifiche mondiali, sarà il 23 marzo all’Unipol Arena di Bologna e il 24 al Pala Alpitour di Torino. Il tour Shawn Mendes, reduce dal terzo album, prende il via il 7 marzo da Amsterdam. I biglietti sono in vendita a partire dal 16 maggio. I fan avranno accesso alla presale di biglietti e pacchetti Vip attraverso First Access & General Fan Presale, e saranno disponibili a tutti i membri di Shawn Access registrandosi su Shawn Access App (App Store, Google Play o su ShawnAccess.com).