Capri, Hollywood premia Ella&John

A “Ella&John- The Leasure Seeker” di Paolo Virzì con Helen Mirren e Donald Sutherland va il premio per ‘il miglior cast’ della 22 esima edizione di Capri Hollywood che si apre oggi sull’isola azzurra con l’esibizione nella celebre piazzetta della banda del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco (ore 16,30) premiata con il Capri Art Award dalla madrina Nastassja Kinski. Il riconoscimento per il cast di “Ella& John” sarà consegnato a Paolo Virzì, insignito inoltre del titolo “Master of Cinematic Art Award”, al termine della proiezione speciale aperta al pubblico del suo primo film ‘americano’ (che uscirà il 18 gennaio in Italia) al centro congressi di Capri.

“Natale al mare”, spettacoli e iniziative a Rapallo

Occhi puntati sul “Circumnavigando Festival” che sbarca a Rapallo con due appuntamenti imperdibili. Domani, mercoledì 27 dicembre, arriva la famiglia più travolgente, simpatica e rocambolesca, la Famiglia Mirabella con il suo spettacolo “Grow Up!”. Lo spettacolo è in programma per le ore 16, in piazza Da Vigo ma in caso di maltempo verrà trasferito, con il medesimo orario, all’Auditorium Delle Clarisse.

La famiglia Mirabella de Il Teatro Viaggiante sembra una versione contemporanea del circo d’altri tempi, ma la sua vera origine sta nel teatro di strada del XX secolo. Energia, giocoleria, mimo, equilibrismi, danza, teatro, musica: ecco le componenti di questo evento unico. In piazza, là dove fino ad un attimo prima non c’era nulla, compaiono improvvisamente una bici olandese a tre ruote, monocicli di diverse misure, birilli, palline, musica e cinque personaggi dai vestiti sgargianti, cappelli e gilet: sono Edoardo Mirabella, Elisabetta Cavana e i loro figli, Martin, Matilde e Mael. Il ritmo ska della musica trascina la folla verso quel nucleo speciale, il pubblico si dispone pian piano attorno a loro, grandi e piccini delimitano un palcoscenico del colore del selciato. Si apre il sipario davanti agli occhi del pubblico… Lo spettacolo ha inizio!

Il secondo appuntamento sarà, il 30 dicembre, alle ore 16, in piazza Da Vigo con la compagnia “Ribolla”. Uno spettacolo con musica dal vivo, un viaggio tra e con bolle di sapone, bolle d’ogni forma e dimensione, da quelle giganti a quelle piccolissime, da quelle che nascono dalle semplici mani nude e da un soffio a quelle generate da complesse procedure o da attrezzature improbabili. Ribolle è un racconto visivo e musicale che trasposta chi vi assiste in un mondo dalla consistenza incerta, dalle forme instabili, ora geometriche, ora danzanti; bolle multiformi, dal carattere imprevedibile, a tratti addomesticabili e docili sino a momenti di incontenibile sfuggevolezza. Si entra così in un mondo di bolle dalle sembianze umane o di sogno, che nel loro volteggiare, fermarsi, resistere o sparire, raccontano episodi di vita reale e di favola, in un succedersi di quadri, pantomime e gags che mettono lo spettatore in una sorta di sospensione temporale, di incanto primordiale. Uno spettacolo che attraversa con le abilità dei suoi attori, sorprese magiche, immagini di rara bellezza, musica e poesia.

Circumnavigando Festival Internazionale di Teatro e Circo è una manifestazione culturale nata nel 2001 nella città di Genova (Liguria – Italia). L’ideazione e l’organizzazione sin dai suoi esordi è dell’Associazione Culturale Sarabanda, ed il direttore artistico è Boris Vecchio. La manifestazione annualmente presenta un cartellone di eventi dal carattere internazionale e spazia dal Circo Contemporaneo al Teatro (di figura, di strada), con spettacoli, incontri ed esposizioni.

Tra i primi Festival di Teatro di Strada e Circo Contemporaneo sorti in Italia e da sempre in collegamento con le maggiori realtà internazionali, Circumnavigando in sedici anni di vita è riuscito a diventare punto di riferimento e specchio delle avanguardistiche tendenze europee e mondiali. Di anno in anno vengono presentati nell’ambito della manifestazione spettacoli che riuniscono le migliori discipline circensi con una commistione di generi e stili, nuove arti, nuove generazioni, capaci di catturare un pubblico eterogeneo e che sorprende per la capacità diretta con cui si arriva a una comunicazione unanime e interattiva tra artista e spettatore.

Il Festival è ambasciatore all’estero di Genova e della Liguria venendo invitato a forum internazionali, come Focus Circus di Parigi (FR) o la Plataforma Rio 2012 (Brasile), e partecipando a progetti europei, dove il confronto con realtà mondiali lo rende membro attivo nel settore, e in grado di portare nuove possibilità di lavoro e scambio. Si conferma così un forte vettore attraverso cui il pubblico assiste a processi culturali in ascesa, con contaminazioni artistiche e geografiche. Attraverso il Festival, Sarabanda canalizza sulle città coinvolte attenzione nazionale ed internazionale di pubblico.

Tutte le info su: http://www.natalealmare.it

Al Teatro comunale di Siracusa quattro serate tra musica, spettacolo e intrattenimento

Nella suggestiva cornice del Teatro comunale di Siracusa, il Comune di Siracusa con l’organizzazione di SecretSiracusa, presenta quattro serate nel periodo delle festività natalizie: si inizia domani, 27 dicembre, alle ore 20.30, con “The Gospel Spirit”; si continua giovedì 28, alle ore 21.00, con “Cieli immensi e immenso amore”, racconto in musica con Mogol e Ugo Mazzei. Il 1 gennaio Siracusa avrà il suo concerto di Capodanno con l’Orchestra Sinfonica aretusea alle ore 18.00. Infine si concluderà con la comicità di Gene Gnocchi, venerdì 5 gennaio alle ore 20.30, con “Il procacciatore”.

Ad un anno esatto dall’apertura del teatro comunale ed avendo già ospitato più di 50 eventi  (una media di 4 eventi al mese) in questo luogo straordinario restituito alla comunità, continuiamo a lavorare perché siracusani e turisti possano godere appieno di questo nostro gioiello – ha commentato il vicesindaco di Siracusa e assessore alla cultura, Francesco Italia -. In attesa del completamento dei lavori, attualmente in corso, necessari per ottenere la definitiva agibilità, anche per queste festività la nostra amministrazione è stata autorizzata ad elaborare un piccolo programma di spettacoli per vivere la magia del teatro comunale. Quattro appuntamenti di rilievo. Iniziamo mercoledì con un evento di musica internazionale. Poi avremo il piacere di ospitare il grande maestro Mogol nel concerto spettacolo con il nostro  Ugo Mazzei. Il Concerto di Capodanno, sarà eseguito dall’Orchestra sinfonica e concluderemo con l’irriverente Gene Gnocchi”.

Primo spettacolo in calendario sarà “The Gospel Spirit”, una serata dedicata al Gospel con le voci di Francesca Tourè, Irene Robbins, Karin Mensah, accompagnate da Ivano Borgazzi al piano, Marco Marzola al basso e Lele Barbieri alla batteria. Il Gospel è sicuramente una delle tradizioni musicali più profonde e radicate della cultura nero-americana. Un contesto tipico del canto corale d’insieme, carico d’intensità e calore, espressione di gioia e riflessione, fonte d’ispirazione nella dura realtà della vita quotidiana, dove vengono messe in evidenza, al tempo stesso, le doti vocali ed interpretative delle singole voci che si alternano nell’esposizione dei brani in veste di soliste. Il repertorio comprende alcuni dei brani più significativi e conosciuti della tradizione Gospel e Spiritual che sono diventati dei veri e propri “cavalli di battaglia” e brani del Gospel Moderno nero-americano conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo.

Grande attesa per il racconto di cinquant’anni di successi in un anno con “Cieli immensi e immenso amore”, per ripercorrere le tappe principali di colui che, insieme ai grandi interpreti, ha fatto la storia della musica italiana: Mogol. Sul palco oltre allo stesso Giulio Rapetti, in arte Mogol, ci sarà il cantautore siracusano Ugo Mazzei alla chitarra e alla voce e Santi Scarcella al piano. Mogol, è sicuramente uno degli autori più apprezzati al mondo. Con le sue oltre 1500 canzoni, ha accompagnato per più di 50 anni diverse generazioni di italiani e non solo, riuscendo a toccare la loro stessa anima con emozioni sempre nuove. Mogol è conosciuto soprattutto per le canzoni di Lucio Battisti ma è stato il paroliere anche di altri famosi cantanti come Caterina Caselli (Perdono, Cento giorni, Sono bugiarda, Il volto della vita), Dik Dik (Sognando la California, Senza luce, Il primo giorno di Primavera), Equipe 84 (Io ho in mente te, 29 Settembre, Nel cuore nell’anima, Nel ristorante di Alice, Un angelo blu), Fausto Leali (A chi), The Rokes (Che colpa abbiamo noi, È la pioggia che va), Bobby Solo (Se piangi, se ridi, Una lacrima sul viso), Little Tony (La spada nel cuore, Riderà). Ha più volte vinto, come autore, il festival di Sanremo. Un “racconto-concerto” in cui Mogol racconterà la sua vera storia e i tanti, numerosi, aneddoti della sua vita.

A Capodanno non poteva mancare il concerto. Al teatro comunale sarà di scena l’Orchestra Sinfonica aretusea: 25 musicisti siciliani con una solida esperienza cameristica, accomunati dall’intento di diffondere le più nobili tradizioni strumentali dell’Isola attraverso una rinnovata forma di comunanza musicale. Significativa è l’idea degli Amici della Musica di Siracusa di impiegare le più vicine personalità musicali con le proposte di richiamo internazionale, favorendo una progressiva rivalutazione e riconsiderazione delle realtà musicali regionali, spesso poco conosciute.

Infine si concluderà ridendo con “Il procacciatore” con Gene Gnocchi. Dopo lunghi anni di ricerche nei suoi laboratuàr,  è riuscito a individuare l’unica via di salvezza che ci rimane in questo momento contorto: perseguire in modo sistematico la deficienza. Ecco perché sta viaggiando nel mondo per portare questa ricetta miracolosa a domicilio. A un certo punto accade un grave imprevisto: la app che gestisce la slide inizia a mostrare al pubblico, visualizzandoli allo stesso modo delle slide, tutti i messaggi privati che arrivano al conferenziere. Il che crea “una serie di sfortunati eventi” che costringono Gene a cercare di portare a termine la conferenza e contemporaneamente a risolvere situazioni private sempre più compromettenti e senza via d’uscita.

Incudine porta Modugno al Teatro Pirandello

Debutta sabato 16 dicembre, ad Agrigento, il nuovo spettacolo di Mario Incudine, tutto dedicato a Mister Volare. Si intitola “Mimì. Da sud a sud sulle note di Domenico Modugno”, lo spettacolo musicale diretto da Moni Ovadia e Giuseppe Cutino, sui testi di Sabrina Petyx, ideato ed interpretato da Mario Incudine, artista siciliano poliedrico, cantante, musicista, attore. Spettacolo prodotto da Corvino Produzioni. 

Mimì è un viaggio sulle note delle canzoni di Domenico Modugno, quelle legate alla Sicilia, a una terra che lui ha adottato. Uno spettacolo che racconta le aspirazioni di un uomo del Sud chiamato appunto Mimì, ma che potrebbe avere mille nomi diversi. Una storia fatta da mille storie, che si incrocia con quella del suo interprete scorrendo su linee parallele che, sovvertendo ogni regola, si incontrano in uno spettacolo in cui Mario Incudine e Domenico Modugno ci raccontano un mondo che cambia, che sogna, che sfida convenzioni e stereotipi. Alla fine Mimì, siamo tutti noi. Ogni giorno che passa. Noi di ieri, di oggi, di domani.

Dopo il successo della prima nazionale, lo scorso mese al Teatro Sala Umberto di Roma, lo spettacolo è ora in tournée nei teatri siciliani ed italiani. Domani mattina al Teatro Pirandello è in programma il mattinée per le scuole e alle 21 lo spettacolo serale. 

Il costo del biglietto è di 23 euro (platea e prima fila palchi); 18 euro (seconde file palchi); 15 euro ridotto. Per l’acquisto dei biglietti sono utilizzabili il bonus cultura e la carta docenti. Lo spettacolo di sabato ha inizio alle 21 con ingresso alle 20.30; la replica di domenica è alle ore 17.30, con ingresso alle 17. Per info: 0922 590220, info@fondazioneteatropirandello.it. 

Natalandia al Martos Metropolitan di Napoli

Domenica 17 Dicembre al Martos Metropolitan di Chiaia arriva NATALANDIA!!!
Un evento unico per Grandi e Piccini all’insegna della magica atmosfera natalizia 🙂 :-)!!!
– Giocolieri e sputafuoco
– Elfi aiutanti di Babbo Natale
– Laboratori Creativi
– Letture Natalizie
– Angolo Posta di Babbo Natale: vi cospargeremo di polvere magica per realizzare i vostri sogni!!!
– Proiezione film di Natale
– … per i grandi che vogliono tornare bambini: appendi all’ albero il tuo desiderio ♥
– direttamente dalla Lapponia… lui: Babbo Natale!!!
Prevendite e info: 338.8265903 (Stefania)

Prato, Festival internazionale della birra artigianale & Street Food

Dal 14 al 17 dicembre da giovedi a domenica gli appassionati e non potranno degustare oltre 100 tipi di birra provenienti da tutto il mondo in una nuova e più accogliente location.Il festival si svolgerà agli ex Macelli, nei locali di Officina Giovani. Un modo come un altro per valorizzare, di comune accordo con la pubblica amministrazione, anche questa zona della città dopo il successo delle passate edizioni.

Nella zona della sala eventi saranno allestiti i banconi con le spille di birrifici provenienti da varie zone d’Italia. Oltre ai birrifici a km0 con i loro migliori nettari made in Prato, ci saranno dunque anche bionde, rosse e scure di un po’ tutte le regioni e dietro ogni spilla esperti mastri birrai sapranno consigliare ad ognuno la birra che più si addice ai gusti e alle esigenze del momento. Vera novità di quest’anno, però, sarà l’ampio spazio dedicato al cibo. Nella parte centrale di Officina Giovani, in uno spazio completamente al coperto, faranno bella mostra di sé i vari stand dello street food, con diverse specialità tipiche: dai cannoli, al kebab del Chianti  passando per gli hamburger di Chianina e arrosticini.

A grande richiesta tornerà anche il “Beer Shop”, negozio dove poter acquistare una birra speciale, rigorosamente artigianale, come regalo di natale

o per le grandi occasioni. Il giovedì, venerdì, sabato e domenica il festival, organizzato da Alessandro Rubino; aprirà i battenti a partire dalle 18 e rimarrà aperto fino alle 2 di notte. Ingresso libero, con bicchiere e taschina per le degustazioni da richiedere in loco.

A Macerata la mostra “Capriccio e natura nel secondo Cinquecento”

Si respira aria di grande fermento ai Musei civici di Palazzo Buonaccorsi in vista dell’inaugurazione della mostra “Capriccio e natura nel secondo Cinquecento. Percorsi d’arte e di rinascita nelle Marche” che verrà inaugurata il prossimo 15 dicembre, alle ore 17.30, curata dagli storici dell’arte Alessandro Delpriori Anna Maria Ambrosini e organizzata da Macerata Musei.

È la seconda delle mostre in programma nell’ambito del progetto biennale  “Mostrare le Marche”, promosso dal protocollo d’intesa tra Regione Marche, Mibact, Anci, Conferenza Episcopale Regionale, e i Comuni di Macerata, Ascoli Piceno, Fermo, Loreto, Matelica.

Le curatrici di Macerata Musei Rosaria Cicarilli e Giuliana Pascucci, insieme ad artigiani e maestri restauratori del territorio, sono da giorni al lavoro per consentire al piano nobile del settecentesco palazzo di Macerata di accogliere le opere delle nostre terre strappate al terremoto e valorizzare allo stesso tempo un patrimonio culturale inestimabile per storia, valore artistico e affettivo.

“Ci riempie di soddisfazione parlare della nostra storia d’arte con le opere recuperate dal Santuario di Santa Maria delle Vergini custodite nei nostri depositi dopo il sisma. Questa è la prima mostra che si fa nel territorio colpito dal sisma. Da qui riparte una nuova storia di cultura e di turismo” ha evidenziato il sindaco Romano Carancini.

“Da questo patrimonio abbiamo costruito itinerari di conoscenza e di turismo con le opere dei territori colpiti dal sisma. È in via di realizzazione una mappa del viaggiatore che segnala le tappe di un viaggio straordinario nel tempo e nel nostro paesaggio – afferma l’assessore alla cultura Stefania Monteverde . – Abbiamo sempre sostenuto con i Comuni del MaMa che le mostre con le opere salvate dal sisma aiutano a valorizzare i territori e la loro economia là dove le opere sono custodite. Un percorso che vedrà anche in futuro altre forme di itinerari in tutta la Marca Maceratese perché si torni a viaggiare nella nostra Marca. E’ una mostra che parla della nostra capacità di resilienza.”

All’allestimento della mostra sta lavorando, oltre alle ditte incaricate di curare le luci (Salvatori e Bettucci) e di allestire la suddivisione degli ambienti tramite pareti di legno e tessuto (Linea 2 Interni), l’architetto Valentina Pallotti sotto la direzione dei curatori della mostra Anna Maria Ambrosini Massari e Alessandro Delpriori.

La mostra prende le mosse dai dipinti della chiesa Santa Maria delle Vergini trasferite durante il terremoto dello scorso anno nei depositi di palazzo Buonaccorsi. Sei delle 11 opere custodite, compreso il Tintoretto, verranno esposte dopo essere state sottoposte a lavori di sistemazione e ripulitura da parte dei restauratori maceratesi Pierpaolo Mariani e Maria Topa, operazioni necessarie  ai fini dell’allestimento.

“Nei prossimi mesi – aggiunge l’assessore- all’interno di palazzo Buonaccorsi verrà allestito un laboratorio di restauro affinché possa essere visibile il grande lavoro di salvaguardia che si sta facendo”. La mostra verrà corredata da una serie di itinerari già oggetto di studio nel catalogo,  fotografia dei luoghi quali chiese, oratori, tempietti, facenti parte del patrimonio sistino nel nostro territorio.

I  comuni da cui provengono le opere sono Ancona, Ascoli Piceno, Ostra Vetere, Fabriano, Colferraio di Matelica, Santa Vittoria in Matenano (FM), Apiro, Treia, Camerino, Tolentino, Urbino e  Fermignano.

 print

Gli scatti vincitori della Royal Society competition

L’annuale concorso di fotografia indetto dalla Royal Society – della quale è membro onorario anche Kate Middleton – ha diffuso i nomi dei vincitori per il 2017. Lo spettacolo dei ghiacci in Antartide, la magia del cielo stellato e l’eruzione di un vulcano hawaiiano sono solo alcuni degli scatti premiati per la capacità di divulgare il potere della natura e la scienza nel modo più accessibile. Le foto sono state scelte tra più di 1100: primo classificato è il ricercatore di Cambridge Peter Convey con uno scatto dall’alto. Durante un periodo di lavoro nella base britannica in Antartide, è riuscito a catturare le montagne di ghiaccio da una prospettiva tale da farle sembrare zollette di zucchero.

A Palermo la terza edizione di Street Food Fest

Al via la terza edizione di Street Food Fest, il festival internazionale dei cibi di strada, che si terrà a Palermo dal 7 al 17 Dicembre. Anche quest’anno il meglio del cibo di strada fa festa nel centro storico della città animando il Cassaro Basso. Attese più di trecentomila persone all’interno del villaggio gastronomico.

Saranno trentadue le proposte di cibo di strada provenienti dalla Sicilia, dall’Italia e dal mondo che si potranno gustare all’interno del villaggio gastronomico di Street food Fest®, che quest’anno si estende da Porta Felice fino all’incrocio tra Corso Vittorio Emanuele e via Roma, coinvolgendo Piazza Marina e animando tutta l’antico quartiere del Cassaro Basso di profumi e colori.

Un’edizione natalizia ancora più ricca che prevede oltre dieci giorni di degustazioni, coking show, musica e spettacoli. Una vera e propria celebrazione del cibo di strada che dal 7 al 17 dicembre offrirà a grandi e piccini la possibilità di scegliere tra oltre 30 golosissime proposte gastronomiche differenti: dalle panelle al Fish and Chip londinese, dagli hamburger alla meusa, e poi ancora pad thai, burritos messicani, tigelle bolognesi, porchetta, paella, lampredotto fiorentino, pizza fritta e chi ne ha più ne metta fino ad arrivare ai dolci dove protagonisti saranno cassatelle, cannoli e iris, ma anche dessert della tradizione francese e americana con sfiziose crepes e deliziosi muffin.

Tanti anche gli eventi di approfondimento culturale con talk, dibattiti e convegni, dove protagonista sarà il cibo di strada con golose incursioni tra storia, tradizioni, territori e identità. Ci accompagneranno in questo viaggio chef e autorevoli esperti del settore. Centro nevralgico della manifestazione sarà lo “Spazio gourmet” di Piazza Marina, lì è prevista la rassegna di coking e talk show dove ci sarà spazio anche per l’approfondimento culturale.

L’apposita struttura coperta, allestita in Piazza Marina, ospiterà appassionati e curiosi che, comodamente seduti, potranno assistere ad interessanti incontri e gustare piatti pensati per promuovere la cultura gastronomica dello street food locale e internazionale e bere le bibite artigianali della tradizione fornite da Polara, l’antica industria siciliana e artigiana di imbottigliamento.

Largo spazio verrà dato quest’anno alle tipicità ittiche, grazie ai dibattiti, agli incontri con le scuole e ai cooking show sviluppati insieme al Dipartimento Regionale per la Pesca Mediterranea, dove protagonista sarà il pesce dei nostri mari.

“Una terza edizione che vuole consolidare e rafforzare un evento di grande successo – dichiara Piergiorgio Martorana, amministratore unico AdMeridiem, società organizzatrice dell’evento- che punta alla valorizzazione della cultura gastronomica del territorio come volano di sviluppo per un comparto di sempre maggiore successo anche grazie ad operazioni di promozione sui mercati internazionali di cui ci facciamo promotori. Street Food Fest® è una manifestazione gastronomica sensibile anche al valore della multiculturalità dei cibi di strada in un dialogo continuo tra globale e locale, attraverso le nostre proposte di cibi che arrivano da tutto il mondo. Una manifestazione che ha da sempre a cuore la valorizzazione del centro storico e che offre a palermitani e turisti la possibilità di godere delle bellezze della nostra città in modo inedito, attraverso i tour culturali guidati sviluppati in collaborazione con Terre D’amare ma anche semplicemente passeggiando lungo il Cassaro Basso mentre si gusta un’ottima proposta gastronomica. Quest’anno ampio spazio sarà riservato alla valorizzazione delle eccellenze gastronomiche artigianali e a km zero, attività che si concentra quest’anno sui prodotti ittici dei nostri mari, sul pesce pescato in Sicilia che ha qualità organolettiche superiori a quello d’importazione e sul tema della pesca sostenibile. Grazie ad una collaborazione con il Dipartimento Regionale della Pesca Mediterranea abbiamo sviluppato una serie di incontri, cooking show e attività laboratori con le scuole, per educare i bambini già da piccoli al valore e alla qualità dei nostri prodotti ittici”.

Ma Street Food Fest è da sempre anche musica e spettacoli, dal 7 al 17 dicembre la manifestazione dedicata al cibo di strada porta in scena il divertimento. Dieci giorni di musica e spettacoli animeranno il Cassaro Basso. Due i palchi previsti per questa nuova edizione, con oltre venti artisti che si esibiranno lungo Corso Vittorio Emanuele e a Piazzetta delle Dogane, di fronte la splendida Chiesa di Santa Maria della Catena. All’interno di un programma fitto di appuntamenti curato dalla brillante direzione artistica di Alessandra Caruana, sono previsti concerti di musica live, esibizioni di danza, cabaret, dj set, animazione itinerante e tanto altro.

Un festival gastronomico d’eccezione, ricco e variegato, si snoderà lungo la storica passeggiata palermitana, da Piazza Marina fino a via Roma, la manifestazione interesserà tutta l’area del Cassaro Basso, dove è in corso una sperimentale opera di pedonalizzazione, fortemente voluta dalla Prima circoscrizione del comune di Palermo, da Confesercenti e dall’Associazione Cassaro D’Amare.

“Una terza edizione molto attesa da palermitani, turisti e commercianti – conferma Mario Attinasi, Presidente Confesercenti Palermo – che aiuta anche in termini di presenze turistiche a rendere più vivo e gradevole il centro storico. E’ un brand ormai internazionale quello di Street Food Fest® come dimostra la recente partecipazione della manifestazione alla settimana della Cucina Italiana nel mondo, che ha visto la nostra migliore proposta di street food palermitano protagonista negli Stati Uniti e più precisamente all’ambasciata d’Italia a Washington. Un brand che contribuisce a valorizzare il primato di Palermo come quinta città dello street food nel mondo, un evento che aiuta la destagionalizzazione dei flussi turistici e promuove l’interculturalità. Confesercenti ha sempre sostenuto fin dalla prima edizione e continuerà a sostenere questa manifestazione, una scommessa che rilanciamo e che può entrare a far parte degli eventi più importanti per la promozione dell’intero territorio regionale”.

Street Food Fest è il festival gastronomico che aiuta il centro storico di Palermo a riscoprire le sue bellezze, grazie alla rinnovata collaborazione con l’associazione culturale Terre D’Amare sarà possibile prenotare tour guidati e visitare palazzi storici, mercati, chiesi e angoli nascosti della città. Gli itinerari guidati sono acquistabili sull’apposita sezione del sito di Palermo Street Food Fest, dove si potrà accedere anche all’area shop per prenotare e ricaricare il proprio ticket, in modo da poter saltare le file con l’innovativo sistema di acquisto on line.

A Torino lo “Schiaccianoci Re dei Topi”

Domenica 10 Dicembre 2017 alle ore 16.30 al Teatro Educatorio della Provvidenza in Corso Govone 16, all’Interno dell’Isola Pedonale della Crocetta a TORINO, per la Quattordicesima Stagione di Teatro di Figura “LE Figure dell’Inverno”, la compagnia ORTOTEATRO di Cordenons (PN) presenta lo spettacolo “Schiaccianoci Re dei topi”

Spettacolo con attori, oggetti, videoproiezioni e musica dal vivo. Scritto e diretto da Fabio Scaramucci. Con Fabio Mazza e Fabio Scaramucci. Musiche originali di Fabio Mazza.

Dai 3 anni in poi. Per tutti.

La celebre favola di Hoffmann diventa un testo teatrale coinvolgente ed emozionante, dove  divertimento e magia convivono felicemente. In scena due narratori-musicisti, così innamorati delle dolci atmosfere natalizie, da poterle far rivivere al pubblico anche quando Natale non è! Ed ecco un pacco regalo con dentro il regalo più bello… una storia da raccontare. E la storia inizia così…Era la vigilia di Natale. Nella grande sala, la mamma e il babbo stavano preparando un bellissimo albero, decorato con lustrini d’argento e candeline colorate. C’era una gran confusione, perché ad aiutarli erano arrivati anche i nonni e altri parenti, che facevano a gara nell’ammucchiare sotto l’albero i regali per i bambini. Anche la nonna, il nonno, e così via. E i bambini? Beh… loro erano dietro la porta, a spiare curiosi, attendendo il momento di entrare. Alla fine tutto era pronto. Le luci dell’albero si accesero tutte insieme. Le porte della sala si spalancarono e i bambini entrarono di corsa dirigendosi verso l’albero. In testa, c’erano Clara e Fritz, i piccoli padroncini di casa. In seconda posizione i due gemelli, i chiassosi cuginetti di Clara. “Quanti regali” disse Clara. “Almeno cinquanta” disse Fritz. Nell’ultimo pacco i bambini trovarono uno Schiaccianoci a forma di soldato.

Una fra le più belle e coinvolgenti fiabe da rappresentare in ogni occasione, perché non serve aspettare il Natale per vivere  insieme una bella avventura che ancora non manca di appassionare lettori e spettatori di ogni età. 

BIGLIETTI

Il costo del biglietto è di soli 5,00 euro per tutti, anche per le scuole. Gratuito per gli insegnanti accompagnatori delle scuole. Biglietto gratuito ad un nonno o nonna che accompagnerà a teatro almeno un nipotino pagante (non è cumulabile per lo stesso nucleo familiare, nel senso che se due nonni accompagnano un nipotino ha diritto al biglietto omaggi solo un nonno). Ingresso gratuito anche all’accompagnatore del diversamente abile pagante e per i bambini sotto i 3 anni.

Per informazioni via e-mail: info@labottegateatrale.it

Per informazioni e prenotazioni telefoniche:

Cell. Giuseppe 347.76.27.706 – Cell. Salvo 346.35.24.547

Per prenotazioni via e-mail. prenotazioni@labottegateatrale.it